menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto Ansa)

(foto Ansa)

Morto il compositore e direttore d'orchestra Ezio Bosso: "Era atteso a Napoli"

Morto a soli 48 anni nella sua casa bolognese il geniale compositore. "Sarebbe venuto il 25 maggio nell'ambito del Maggio dei monumenti", annuncia l'assessore De Majo

E' morto a 48 anni Ezio Bosso, musicista, direttore d'orchestra e compositore nato a Torino. Bosso viveva a Bologna dove è morto: da anni era affetto da una malattia neurodegenerativa, nonostante la quale era sempre sorridente in pubblico, una vera scarica di buon umore che l'aveva reso celebre e simbolo della gioia di vivere. 

Bosso ha diretto, tra le altre, anche l'Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli. Si è esibito nei più prestigiosi teatri mondiali ed è stato direttore del teatro Verdi di Trieste. La sua attività di compositore gli ha fatto guadagnare diversi premi e le sue composizioni sono state eseguite in tutto il mondo da prestigiose istituzioni, quali la Wiener Staatsoper, Royal Opera House, New York City Ballet, Théâtre du Châtelet, San Francisco Ballet, Teatro Bolshoij. Bosso è anche tra i best sellers discografici europei nel segmento classico. 

A Napoli

"Il 25 Maggio Ezio Bosso sarebbe venuto a Napoli, a chiudere il Maggio dei Monumenti". Lo annuncia l'assessore comunale alla Cultura Eleonora De Majo. "Non lo sapeva ancora nessuno ma insieme stavamo organizzando una sorpresa per la città. La sua voce autorevole, pacata, il suo pensare libero e radicale, avrebbero accompagnato questa difficile ripartenza. Avrebbero dato forza alla visione di cui abbiamo infinitamente bisogno. “Considerami della squadra”, mi disse quando decise di venire. Ci eravamo sentiti durante il lockdown. Due telefonate lunghissime in cui abbiamo chiacchierato di tutto. Della crisi, della fatica e della solitudine di questo tempo, della necessità di reagire e di riappropriarsi lentamente del palcoscenico e della musica. Della necessità di andare a fondo in ogni cosa è di non fermarsi dinanzi agli ostacoli. Mai. Qualunque sia la loro natura. 

"Serberò il ricordo di una delle persone migliori e più profonde con cui mi sia capitato di chiacchierare negli ultimi anni e il rimpianto di non aver fatto in tempo ad incontrarci, dopo esserci promessi che tutte le cose che avevamo cominciato a discutere andavano approfondite guardandoci negli occhi. Ezio Bosso era un uomo che aveva fame di amore e di umanità. Preoccupato del mondo molto più che di se stesso. Oggi è un giorno triste. Il nostro paese ha perso un uomo straordinario. Ciao Ezio, è stato un onore e un piacere conoscerti", conclude De Majo. 

"Ezio, dovevi chiudere il nostro maggio dei monumenti e invece te ne sei andato, troppo presto.Un uomo e artista raro e straordinario. Ci
mancherai moltissimo.”
 È il tweet del sindaco de Magistris

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Commissario Ricciardi ritornerà: la seconda stagione non è un'utopia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento