Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Miracolo al primo "colpo". Il racconto per immagini del "San Gennaro Day"

 

Stavolta non si è fatto attendere, San Gennaro ha compiuto il miracolo al primo tentativo. Il vescovo di Napoli Crescenzio Sepe ha annunciato lo scioglimento del sangue alle 10.06 appena raggiunto l'altare maggiore del Duomo. Un applauso lungo quasi un minuto ha accompagnato l'annuncio, atteso come ogni anno dal popolo partenopeo. 

Un'attesa manifestata fina dal primo mattino. Alle 8, il Duomo di Napoli era già colmo di fedeli, molti dei quali raccolti in preghiera nella cappella dedicata al Santo, occupata in ogni ordine di posto. Poi, il rito: Sepe ha guidato la processione all'apertura della cassaforte che contiene la sacra ampolla con il sangue di San Gennaro e l'ha condotta per la navata centrale, fino all'altare maggiore. 

L'annuncio è stato immediato e il fazzoletto bianco ha sventolato è stao accolto con speranza e sollievo dagli astanti. Nell'omelia, stavolta, Sepe non lancia stoccate particolari, ma invita il popolo napoletano a ricordare il suo spirito di accoglienza, soprattutto verso rifugiati, immigrati e senza fissa dimora. 

Alla celebrazione hanno preso parte anche le autorità locali e nazionali: il sindaco Luigi de Magistris, a capo della Deputazione del Santo, il governatore Vincenzo De Luca, il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio, alla prima uscita come candidato premier del Movimento 5 stelle. 

Il rito si è concluso con la passeggiata del vescovo di Napoli lungo la chiesa, fino a mostrare l'ampolla alle centinaia di persone in attesa all'esterno del Duomo. Al termine, lunghissima fila dei fedeli per poter dare lmeno un bacio al sangue di San Gennaro. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento