Magazzini fotografici presenta per la prima volta in Italia Brian Griffin

Inaugurazione della mostra POP byBrian Griffin e presentazione dellaomonima monografia con i testi diTerry Rawlings e Paul GormanINAUGURAZIONE SABATO 2DICEMBRE ORE 19.00

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Brian Griffin sceglie Magazzini Fotografici per la prima mostra personale in Italia realizzata con l’intento di celebrare una delle sue più importanti produzioni nel campo musicale attraverso un’attenta scelta delle immagini in esposizione. Oltre 30 stampe vintage, sapientemente scelte dall’artista, che raccontano persone, luoghi e sperimentazioni della scena artistica musicale degli anni ’70 che lo ha visto protagonista nelle vesti di cronista visivo dei generi musicali quali New Wave, Post Punk e New Romantics. Insieme alla mostra, che sarà inaugurata sabato 2 dicembre 2017 alle 19.00 nei suggestivi spazi di Magazzini Fotografici, sarà presentata l’omonima monografia dell’artista con i testi di Terry Rawlings e Paul Gorman. Le 350 pagine della monografia POP di Brian Griffin sono un’immersione completa nei suoi scatti diventati copertine di album icona degli anni ’70 ed ’80. "Questo libro non è solo uno spaccato di un’ epoca, ma una fetta della mia vita che ha lasciato il segno su di me e, in un certo modo, nella storia del rock n ‘roll.” dichiara l’artista. Nel libro sono infatti raccolte oltre 160 copertine dei dischi di circa 100 band e musicisti tra cui Ian Dury, The Clash, Depeche Mode, Echo And The Bunnymen, Iggy Pop, Kate Bush, The Specials , Elvis Costello e molti altri. Brian Griffin iniziò a lavorare nell’industria musicale per la STIFF alla fine degli anni '70 dal suo studio a Rotherhithe. La spontanea inventiva della sua tecnica fotografica lo ha portato a un grande successo e ad una vera e propria consacrazione quale genio innovatore nel suo campo. Biografia Brian Griffin è nato a Birmingham nel 1948 ed è cresciuto nella Black Country. Dalla giovane età di 16 anni si é affacciato al mondo del lavoro. Prima impiegato in una fabbrica di Convers poi come tecnico specializzato delle tubazioni nucleari. All'età di 21 anni è andato a studiare fotografia al Politecnico di Manchester. Dopo la laurea, Griffin si trasferì a Londra con l'intento di diventare un fotografo di moda. Qui incontra Roland Schenk, il carismatico art director di Management Today, con il quale Griffin ha continuato a lavorare fino alla metà degli anni ’80. Brian Griffin è riconosciuto come uno dei più eminenti fotografi britannici degli anni ’70 e ‘80 e si inserisce tra i "fotografi britannici degli anni della Thatcher" insieme a Martin Parr, Paul Graham, Graham Smith, Jo Spence e Victor Burgin, con i quali ha esposto in molte mostre. Nel 1991 iniziò una carriera come regista nella pubblicità e nell'industria musicale. Durante la sua carriera, sono state pubblicate oltre 20 monografie delle sue opere. Il suo lavoro è stato oggetto di oltre 50 mostre personali internazionali ed è conservato in importanti istituzioni e collezioni tra cui il Victoria & Albert Museum di Londra; l'Arts Council of Great Britain, Londra; il British Council, Londra; la National Portrait Gallery, Londra; il Museo Folkwang, Essen; la Birmingham Museum and Art Gallery; l'Art Museum Reykjavik, in Islanda; la Mast Foundation, Bologna; e il Museu da Imagem, Braga, in Portogallo. Nel 2009 Brian Griffin è diventato il patron del FORMAT Festival e nel 2013 ha ricevuto la "Medaglia del Centenario" dalla Royal Photographic Society, prestigioso premio alla carriera in fotografia. Informazioni: Sede: MAGAZZINI FOTOGRAFICI Via San Giovanni in Porta, 32, Napoli Inaugurazione: sabato 02 dicembre ore 19.00 Date di mostra: da sabato 2 dicembre 2017 a domenica 4 marzo 2018 Orari: dal mercoledì al sabato dalle 11.00 alle 18.00 Domenica dalle 10.30 alle 14.30 Contatti: 338 64 03 215 - 331 35 48 243 eventi@magazzinifotografici.it Facebook_ Magazzini Fotografici Instagram_ @mag_fotografici #magazzinifotografici

Torna su
NapoliToday è in caricamento