menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nasce Libri Market, l'app che rimette insieme lettori e librai

Oggi pomeriggio, grazie all'iniziativa "A natale regala un libro", sono stati distribuiti 500 libri ai passanti del centro storico, per riavvicinare i lettori al libro e alle librerie vicine, oggi raggiungibili con un'app: Libri market. Testimonial dell'evento, Maurizio De Giovanni

"Regaliamo 500 libri in giro per Napoli? Se po' fa". Nasce così, soli cinque giorni fa, l'idea di creare l'evento “A Natale regala un libro”, organizzato da LibriMarket con il contributo di Livecode, media partner dell’iniziativa, e Se.po.fà, agenzia di promozione culturale e editoriale. Per far riscoprire ai napoletani il piacere di avere tra le mani un libro, nel pomeriggio, gli autori partenopei hanno regalato libri ai passanti tra Largo Corpo di Napoli e piazza San Domenico Maggiore. tra gli autori, testimonial dell'iniziativa, spicca il nome di Maurizio De Giovanni, dai cui romanzi gialli la Rai sta producendo la seconda stagione de "I bastardi di Pizzofalcone".

"Con grande piacere sono testimonial di questa iniziativa", afferma convintamente De Giovanni, che si è anche proposto per spostare pacchi e scatoloni, "tanto sono grosso"."Sono convinto che sia una strada importantissima", spiega lo scrittore partenopeo, "La diffusione del libro è diventata un grande problema, le librerie chiudono perché hanno bisogno di grossi spazi espositivi e il costo dei locali non scende, nonostante la crisi. Speriamo funzioni il progrmma di aiuti che Franceschini ha proposto ma io credo sia insufficiente, credo che dovrebbe esserci proprio una diversa fiscalizzazione dell'acquisto dei libri. Il problema serio è che la gente compra i libri su internet, dunque alimentare la distribuzione dei libri in via diretta, aiutare le librerie e fare in modo che tutti abbiano modo di capire con un'applicazione, dove trovare un libro vicino casa possa essere un grosso modo di salvare la cosa".

"Ogni anno vengono stampati cinquemila libri", spiega Roberto Malfatti di Se.po.fà, di cui il 5% è comprato e solo l'1% letto". Per questo motivo e per incentivare i lettori a cercare i libri desiderati prima nelle librerie vicine, è nato  Libri Market, da un' idea di Corrado Matacena. "Le librerie chiudono perché si compra spesso on line", afferma Matacena, " quando spesso il libro che stiamo cercando si trova a pochi passi da noi, nella libreria sotto casa".

A sviluppare l'idea di Matacena è Valerio Granato,CEO di Livecode, che spiega: "le librerie hanno scorte di magazzino che non riescono a vedere noi abbiamo pensato a un Market Place dove le librerie possano vendere i libri che vogliono al prezzo che vogliono". Il libro può essere ordinato on line e ritirato in libreria, così da ricreare il rapporto tra librai e lettore senza fare ricerche a vuoto. "Anche gli autori hanno uno spazio in cui vendere i loro libri", spiega Granato, "ma Libri market non è solo un punto vendita, è anche un punto di discussione e confronto".

L'evento, patrocinato dal Comune di Napoli, ha visto la presenza di Luigi Felaco, presidente della commissione scuola del Consiglio Comunale: "È un'operazione molto sensibile che può aiutare scrittori, editori e librai", ha detto, " L'app è importante anche perché pone l'attenzione sul lavoro delle librerie, patrimonio storico e culturale della nostra città, dove si produce cultura, sapere e lavoro".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento