Sorge a Bacoli la nuova opera di Jorit: la Sibilla Cumana

 

 "Sic fatur lacrimans classique immittit habenas et tandem Euboicis Cumarum adlabitur oris" (Così, piangendo, allenta le briglie alla flotta e arriva ai lidi euboici di Cuma"). Jorit cita l'arrivo di Enea sulle spiagge di Cuma nel sesto libro dell'Eneide di Virgilio per presentare la sua nuova opera, la Sibilla Cumana. Il disegno murale è stato realizzato a Bacoli
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento