menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Johnnie Shand Kydd al Madre fino al 15 febbraio 2010

La mostra di Johnnie Shand Kydd sarà al museo Madre fino al 15 febbraio 2010. Lui è stato il testimone privilegiato e geniale dell'esplosione creativa che ha travolto ogni campo artistico a Londra

Negli anni Novanta Johnnie Shand Kydd è stato il testimone privilegiato e geniale dell'esplosione creativa che ha travolto ogni campo artistico a Londra. Tutti i protagonisti di quel momento straordinario sono stati colti dal suo obiettivo fotografico con la stessa energia, lo stesso ritmo incalzante, la stessa joie de vivre che ha attraversato gli studi, le gallerie, le sfilate, i locali notturni della capitale britannica all'insegna della celebrazione e dell' annotazione istantanea e sincronica di un processo imprevedibile ed in continua trasformazione.

 La frequentazione e la familiarità con i suoi soggetti ha permesso e favorito un itinerario ed una selezione dettati dall'intensa cronologia degli eventi, da una conoscenza ed una partecipazione diretta del pathos colto nei ritratti. L'avventura napoletana riscrive le regole del gioco. La città ed i suoi abitanti, il suo mito millenario, si concedono per la prima volta ai suoi occhi. L'uomo e il suo obiettivo si perdono volontariamente nei meandri misteriosi ed inattesi dei quartieri alla ricerca di un frammento, di un' impressione che rinchiuda per un istante magico ed irripetibile, all'interno dei confini del fotogramma, l'inenarrabile e inderogabile flusso vitale che attraversa la vita quotidiana e la storia della metropoli partenopea. Storia e contemporaneità si cercano e si respingono, duellando con il loro peso, abbracciando la malinconia, la brutalità e la ponderatezza dell'una e l'inquietudine, la velocità e l'ineluttabilità dell'altra. La Napoli di Shand Kydd è il diario intimo di un viaggio solitario.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento