menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

John Turturro alla Festa di Piedigrotta 2009

C'è grande attesa per la presenza di John Turturro alla Festa di Piedigrotta 2009. L'attore italio-americano verrà a Napoli per girare il film “Neapolitan Songs”, già iscritto al Festival di Venezia. Turturro attraverserà la città e la storia della canzone napoletana

Quest'anno tra i grandi nomi presenti alla Festa di Piedigrotta 2009, oltre a Elton John in concerto, ci sarà anche John Turturro.

L'attore italo americano sarà presente alla festa per girare il film “Neapolitan Songs”.

La sfilata dei carri allegorici e l’atmosfera particolare della tradizionale festa partenopea, perennemente in bilico tra sacro e profano, faranno da sfondo all’esplorazione di quella commistione culturale che attraverso la musica diviene più reale e palpabile.

  Il film è già stato iscritto al Festival del Cinema di Venezia  
Le riprese saranno un evento nell’evento, un'occasione da non perdere che dà ancora una volta prestigio internazionale alla città di Napoli, alla sua musica, alla sua tradizione.

Dari Scalabrini, presidente dell'Ept, a proposito di Neapolitan Songs, ha sottolineato che la pellicola di Turtutto: "è già stata iscritta al Festival del Cinema di Venezia".

John Turturro ha scelto Napoli per il suo viaggio in quel melting pot culturale che contamina la tradizione rendendola sempre viva e attuale.  Turturro attraverserà la città e la storia della canzone napoletana, dal “Canto delle lavandaie del Vomero” del 1200 a “Napule è” di Pino Daniele; rievocherà storie lontane e miti vicini; alternerà i caroselli canori alle voci di strada, la storia della canzone alle storie che le canzoni narrano e nascondono.  Immagini, spesso inedite, delle grandi voci di un passato ormai remoto si sovrapporranno con quelle d’interpreti moderni.

Il film inseguirà le canzoni, ne cercherà le radici, né scoprirà il segreto cosmopolita, ne esalterà il fascino verace. Dall’inizio della storia del disco a 78 giri alla morte del cd, quasi a dimostrare che la canzone napoletana non muore, non sopravvive, ma ritrova e rinnova il suo canto-incanto.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Mugnano: "Ancora sopra i 200 positivi attuali"

Attualità

Sorpresa per Serena Rossi a Canzone Segreta: "Non sapevo niente, vi giuro"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento