rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Cultura

Iodice, D’Angiò e De Luca: tre mattatori per non rimpiangere Made in Sud

Sono protagonisti di due trasmissioni tv entrambe "girate" in teatro

"Made in Sud" manca ai suoi spettatori più affezionati, ma la comicità partenopea non manca di mostrarsi al suo pubblico. Esempio lampante è "E che teatro", con Lino D'Angiò e Alan De Luca, storici compagni di risata dai tempi di "Telegaribaldi".

Particolare la genesi del programma. "Sui nostri canali social, durante le dirette che abbiamo organizzato in questo tempo assurdo - ha spiegato il duo al Corriere del Mezzogiorno - il pubblico ci chiedeva di tornare in tv, ci dichiarava amore promettendo sostegno concreto lanciando l’idea di un crowdfunding. Ci abbiamo voluto credere, abbiamo lanciato la raccolta fondi, scritto il programma e poi abbiamo messo insieme altri pezzi straordinari di questo puzzle di arte e solidarietà. Prima l’incontro con Francesco Scarano, direttore del Lendi, che ha messo a disposizione il teatro, poi il dialogo con Televomero, storica emittente campana, che ci dà l’opportunità di portare in tv “E che teatro!” ogni lunedì, mercoledì e venerdì alle 23.30 e il sabato, con puntate speciali alle 21. Dobbiamo dire grazie a tutti! A questo esperimento riuscito di network professionale e di azione popolare, ai tanti colleghi artisti che si sono uniti a noi".

Una simile interazione teatro-tv vede protagonista anche Peppe Iodice. Al Teatro Troisi va di scena infatti  "The Peppy Night Fest", trasmesso poi su Canale 21. Tanti gli ospiti del comico, tra loro anche Luigi de Magistris e Clemente Mastella. Sul palco con lui anche Francesco Mastandrea e Francesco Procopio, e in console Daniele "Decibel" Bellini conosciutissimo tra i tifosi del Napoli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iodice, D’Angiò e De Luca: tre mattatori per non rimpiangere Made in Sud

NapoliToday è in caricamento