menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ivan Bacchi: «Vi racconto Fashion Up Academy»

Intervista al presentatore del nuovo talent show sulla moda completamente Made in Naples

La seconda puntata di Fashion Up Academy andrà in onda il 17 Novembre alle ore 21.40 su Julie Italia e il 23 Novembre sul 819 di SKY ore 21.00, in una sfida all’ultima moda. Un testa a testa a colpi di stile: questa è l’idea del nuovo Talent Show, Fashion Up Academy, firmato dalla ODA 03 di Andrea Axel Nobile che ne firma anche la direzione artistica e della Young Fashion Agency di Nancy D'Anna, anche lei nel cast del  programma come maestra di stile delle giovani modelle. Il programma è condotto da Ivan Bacchi, ferrarese d'origine, ma ormai napoletano di adozione che con questo talent si è consacrato come conduttore.

La prima domanda è spontanea un Ferrarese a Napoli cosa ci fa?

Con Napoli è amore. Come conduttore ci sono venuto spesso. Prima agli studi Rai quando giravo per Rai scuola, poi l'anno scorso con “Linea verde orizzonti” poi quest'anno in diretta con tempo e denaro, programma giornaliero e mattutino di Rai 1, e infine con Fashion Up Academy. Le cose sono due: o ci ho vissuto in una vita passata perché ogni volta che vengo mi sento a casa, o ci vivrò. Di certo mi porta fortuna.

Napoli le sta dando una consacrazione, dal punto di vista della conduzione, il primo programma che conduce per intero e tutto parte da Napoli come nasce questo progetto?

Ci crede che siamo in due a pensarlo? Non avevo ancora letto questa seconda domanda rispondendo alla prima. Nasce da un'amicizia con Andrea Axel Nobile, conosciuto durante le riprese del film “A effetto domino”, di prossima uscita. Mi ha sempre mostrato grande stima ed era giunto il momento di ringraziarlo. Da qui è partita quest'avventura che devo dire da subito mi ha stimolato e convinto. 

Nella prima puntata, non sono mancate polemiche in primo con l'esclusione della bella cuoca nel gruppo delle mediane Denise Calemme e poi con la curvy Gaia lei cosa pensa sull'argomento?

Ben vengano le polemiche, quando sono costruttive. Personalmente ritengo che le scelte dei giudici e le motivazioni date, mi riferisco a Gaia, siano pertinenti. Forse il vestito non l'ha aiutata ma a livello di portamento non era fra le mie preferite. Concordo con la scelta.

A parere di molti i giudici sono sembrati contraddittori, lei crede che questo dipenda dal gran numero di ragazze e quindi è complesso avere un quadro d'insieme o perché ogni caso ha una sua complessità?

Contraddittori? A me non lo sono sembrati per nulla. Sono tre teste diverse ed è ovvio che abbiano preferenze soggettive che emergeranno nelle prossime puntate. È inutile che ci si giri in torno è un programma di bellezza e di portamento, “hanno da sfilà”, e alla fine rimarranno le più belle e le più portate, come è giusto che sia. Ciò che mi ha colpito e che mi è piaciuto, essendo io solo uno spettatore come voi delle scelte fatte, era la genuinità e la verità delle scelte fatte a prescindere da qualsiasi altro meccanismo d'interesse, non so se sono stato chiaro.

Cosa consiglierebbe alle ragazze eliminate?

Le ragazze di oggi conoscono molto bene le regole del gioco, siamo oramai tutti consapevoli che partecipare a un talent è un'occasione che può cambiare la vita ma nella stragrande maggioranza dei casi no, anche a volte quando si vince. Per cui consiglierei loro di viverlo come un'esperienza, di credere in quello che fanno e che il loro destino sarà segnato da tante scelte, opportunità, sacrifici e fortune di cui Fashion up Academy è solo la prima o una fra le tante, dipende dalla loro età.

Per lei da cosa dipende questo grosso successo della trasmissione?

Da un'insieme di persone che con pochi mezzi ma con tanta buona volontà hanno creduto in un progetto. In Italia manca oggi un vero e proprio talent sulla moda e si sa che la bellezza attira e fa sognare sempre. Mi auguro che si possa crescere.

Cosa pensa di Napoli, le piace come città?

Penso che Napoli abbia un Cuore Sacro, per citare un film di Ozpetek con cui ho lavorato. Allo stesso tempo ne vedo le infinite contraddizioni ma ne sono sedotto. Viverci non deve essere facile, comincio ad intuirlo ma di fronte a tanta bellezza correrei qualche rischio.

Sarebbe contento, di rifarla questa trasmissione nel caso ci fosse una seconda serie?

Come ho già detto la rifarei anche domani. Mi auguro che qualcuno vedendola ci creda e investa. È un bellissimo cucciolo che ha la possibilità di crescere e trovare una sua collocazione sul mercato. Ovviamente parlo a livello nazionale.

Quali sono i suoi prossimi impegni?

Attualmente lavoro in Rai, la trasmissione si chiama “Tempo e denaro”, è condotta in studio da Elisa Isoardi. Io sono in giro per l'Italia a raccontare e a dare voce, in diretta, alle persone. Gli argomenti sono sempre diversi ma con un filo rosso. Se mi guardate mi fa piacere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Attualità

    Galleria Vittoria, presidio del Pd: "Napoli deve tornare percorribile"

  • Cronaca

    Scavi di Pompei, emerge un carro cerimoniale perfettamente conservato

  • Politica

    De Magistris e il futuro della città: "Sono molto preoccupato"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento