menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Fa 'int'a cap' 'e morte”: ecco perché in napoletano si dice così

L'origine si attribuisce alla leggenda di re Alboino, un'immagine molto forte che deve aver influenzato la parlata cittadina

Se il vino è buono e lo si apprezza, in napoletano si dice che questo “Fa 'int'a cap' 'e morte”, modo di dire che si applica anche a chi beve con piacere.

Qual è l'origine del detto, tuttora abbastanza diffuso nella parlata napoletana? Il riferimento al teschio, con ogni probabilità, deriva dalla leggenda di re Alboino.

Il re dei Longobardi Alboino, nel racconto, costringe la moglie Rosmunda a bere del vino nel cranio paterno. Un'immagine forte che deve aver condizionato la parlata cittadina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Villa mozzafiato in vendita a Marechiaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento