menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Saviano su Gomorra 3: "Un sogno realizzato vedere la serie nei cinema"

Lo scrittore ha parlato della terza stagione della serie tv in un post su Facebook

"Sembrava impossibile, eppure si è realizzato il sogno di vedere le serie trasmesse nei cinema. Martedì e mercoledì Gomorra La Serie è stato il “film” più visto nelle sale cinematografiche italiane". Così Roberto Saviano in un post su Facebook parla della terza stagione di Gomorra La Serie, in onda su Sky a partire da venerdì 17 novembre.

"Trattandosi di una serie, la parola “film” non sarebbe appropriata, ma questa commistione di piattaforme mi piace tantissimo e mi sembra perfetta per la storia stessa di Gomorra: un libro divenuto film, spettacolo teatrale e poi serie televisiva, che ora debutta al cinema prima di tornare di nuovo in tv. Ovunque leggiate, guardiate o ascoltiate le storie di Gomorra, spero che diventino le vostre storie", conclude lo scrittore napoletano.

Già nei giorni scorsi, sempre sui social, Saviano aveva parlato della terza stagione della seguitissima serie tv: "Quando ho avuto l'idea di costruire una serie tv tratta dal mio libro, nessuno ci credeva. Nessuno o quasi. Mi dicevano di evitare, che nessuno avrebbe mai visto una serie in dialetto, così aderente alla realtà. Oggi posso dire che Gomorra La Serie ha fatto scuola, perché ha svelato (e ancora lo farà) meccanismi reali, facendo in modo che li conoscesse anche chi non aveva idea di come agiscono le organizzazioni criminali. Dopo Gomorra La Serie, in Italia tutto cambia e anche i quotidiani iniziano a utilizzare la serie per spiegare ai loro lettori ciò che accade, contando su nozioni ormai condivise: quello che accade nella realtà a molti di loro, infatti, lo hanno già visto sul piccolo schermo. Quando leggete: "Agguato come in Gomorra", "Milano, sparatoria come in Gomorra", si tratta di un espediente che la comunicazione ha trovato per fare breccia nei vostri ricordi, per dirvi: attenzione, questa dinamica l'avete già vista. Accade, quindi, che i meccanismi visti nella serie si inizi a riconoscerli anche nella realtà, perché vengono associati a Gomorra. La realtà sembra dunque plasmata dagli attori di Gomorra, dalle nostre sceneggiature, dai nostri soggetti, è questa l'assurda accusa, ma non è così: Gomorra ha semplicemente aperto alla possibilità di illuminare dinamiche criminali rendendole finalmente riconoscibili".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Commissario Ricciardi ritornerà: la seconda stagione non è un'utopia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento