Arriva a Napoli la "Giornata della disconnessione"

Il prossimo 21 marzo il Comune lancia l'invito a spegnere i dispositivi di connessione digitale e comunicare senza la mediazione della rete

L'appuntamento è per il prossimo 21 marzo: l'assessorato alla Cultura ed al Turismo del Comune di Napoli ha lanciato "La giornata della disconnessione".

L'invito, a cittadini partenopei e turisti, è di spegnere smartphone, tablet, computer, TV e tutti i dispositivi di connessione digitale. Insomma, comunicare ma dal vivo, senza mediazione di apparati tecnologici e soprattutto della rete. Tantissime, fin da subito, le adesioni da parte di luoghi della cultura che proprio quel giorno ospiteranno numerose ed interessanti manifestazioni: dal Teatro San Carlo al Museo Archeologico Nazionale, passando per Palazzo Zevallos, il Pan, Palazzo Reale, e tantissimi altri.

Tra le varie indicazioni per la "giornata della disconnessione", quella di andare in libreria, ascoltare musica, andare a teatro, al cinema, a ballare, a recitare poesie. Ma anche darsi a serenate, abbracci, baci, fare l'amore, stringersi la mano, fare girotondi, sfilate in costume.
Madrina della manifestazione è l'attrice Chiara Baffi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vietato uscire a Natale e a Capodanno fuori dal comune: "Non sarà possibile raggiungere i nonni"

  • Revenge porn, arrestato un 43enne. Diffusi sui social video intimi con la moglie

  • Sindrome di Kawasaki (o simil Kawasaki): 5 i casi a Napoli

  • Le migliori dieci canzoni su Diego Armando Maradona: la classifica

  • Scossa di terremoto nella zona flegrea: l'evento sismico avvertito dalla popolazione

  • Coronavirus, arriva l'annuncio: "La Campania è zona arancione"

Torna su
NapoliToday è in caricamento