Un concorso di poesia con immagini su Instagram: al via la terza edizione

E' organizzato dall’Accademia Mondiale della Poesia

L’Accademia Mondiale della Poesia dà il via ufficiale al terzo concorso poetico con immagine, “I corpi e i luoghi”, aperto a tutti, via Instagram. L’agone promosso e organizzato dall’Istituzione veronese assume come tema del 2020 la materia stessa della poesia: “I corpi e i luoghi”, forma di resistenza al mondo globale, contro la fragilità e l’instabilità di una società liquida. “Andare in giro, guardare e scrivere dei luoghi che vediamo è un bell'esercizio contro la miseria spirituale dilagante. Bisogna tenere vive le nostre facoltà percettive. Ci vuole un'attenzione ai dettagli più che alle astrazioni opinionistiche. Questo esercizio ci rende meno apatici, più resistenti alla vertiginosa evanescenza del mondo dominato dall'attualità”, spiega Franco Arminio, che ha ispirato il tema della gara lirica di quest’anno. Il poeta e paesologo è anche Presidente della Giuria assieme a Michele Francesco Afferrante (giornalista e autore radiotelevisivo), Ottavio Rossani (giornalista, poeta e curatore del Blog di poesia del Corriere della Sera), Enza Silvestrini (scrittrice) e Anna Lisa Tiberio (rappresentante della Rete Costituzione e Cittadinanza). La competizione prevede tre sezioni: Poesia con immagine, Videopoesia e Polaroid. Fino al 10 marzo i lavori potranno essere inviati all’Accademia Mondiale della Poesia che li pubblicherà sul suo profilo Instagram. Per i vincitori delle sezioni sono previsti due premi in denaro e un cellulare donato dalla Vodafone (partner dell’iniziativa). Inoltre saranno conferiti Diplomi d’onore dell’Accademia Mondiale della Poesia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le premiazioni si svolgeranno a Verona il 21 marzo 2020, nel corso delle celebrazioni della Giornata Mondiale della Poesia, il cui programma, organizzato anche con la collaborazione di Comune, Regione del Veneto e Università di Verona, oltre a sponsor privati, verrà reso noto a breve. L’Accademia Mondiale della Poesia nasce a Verona il 21 marzo 2001 e riunisce 60 poeti, tra i più famosi al mondo, fra cui anche i Premi Nobel della Letteratura, Wole Soyinka, Derek Walcott, Seamus Heaney  e, tra i soci fondatori, il grande poeta italiano Mario Luzi. La proclamazione del 21 marzo Giornata Mondiale della Poesia da parte dell’UNESCO, ha reso necessaria la costituzione di un’Istituzione che raggruppasse poeti in rappresentanza dei cinque continenti con lo scopo di promuovere la poesia in tutto il mondo. Obiettivo statutario dell’Accademia Mondiale della Poesia è quello di celebrare ogni anno, la Giornata Mondiale della poesia proclamata dall’UNESCO, con un grande evento poetico-musicale e di rafforzare la diffusione della poesia con particolare attenzione alle nuove generazioni con la promozione di Premi, Concorsi, Convegni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio al Castello delle Cerimonie in tv?

  • Temporali d'agosto in arrivo a Napoli: temperature giù di 10 gradi

  • Fabio Fulco convola a nozze: l’attore di Un Posto al Sole sposerà Veronica

  • Il Coronavirus torna a far paura, due morti: il più giovane aveva 45 anni

  • Ritrovata dopo 24 ore di ricerche, Claudia è in coma farmacologico

  • Carabiniere aggredito, quattro arresti: fermato anche l'uomo che gli ha rubato il borsello mentre era a terra

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento