menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Concerto di Capodanno 2017, viaggio in musica con l'Orchestra Scarlatti

Grande successo e partecipazione di pubblico per il tradizionale appuntamento al Teatro Mediterraneo. Particolarmente apprezzati anche il direttore Beatrice Venezi ed il violino solista Gennaro Cardaropoli, entrambi giovanissimi

La seconda parte del concerto è andata ancora oltre nel viaggio, toccando le sponde dell'America con una splendida versione della Rhapsody in Blue di Gershwin (arrangiata da Jerry Brubaker per sola orchestra) e ancora di Gershwin una Summertime da 'Porgy and Bess', nella versione di Federico Odling, con i fiati intensi e melò in primo piano.

Concerto di Capodanno 2017 - Scarlatti (9)-2

Quindi il ritorno a Napoli con ’A canzone ‘e Pearl Harbor scritta da Pisano, Tu vuò fa’ l’americano di Renato Carosone, e ‘O cunto d’O surdato Funiculì (Denza, Cannio ed Odling), mixture inestricabile e travolgente di O surdato ‘nnammurato e di Funiculì funiculà: il pubblico gradisce, scandendo il tempo con le mani e partecipando divertito alle festa. A concludere un tris di Johann Strauss figlio: Persischer Marsch, Annen-Polka e Unter Donner und Blitz Polka schnell.

Concerto di Capodanno 2017 - Scarlatti (11)-2

Infine, i bis: Polka française op. 269 (Feuerfest) di Josef Strauss introdotta da un divertente siparietto per portare in scena un'incudine percossa da due martelli, una ripresa di Tu vuò fa’ l’americano, e a chiudere la Radetzky Marsch. Lunghissimi e meritati applausi, quindi, per la Nuova Orchestra Scarlatti e l'acclamatissima Beatrice Venezi.

CONTINUA - FOTO

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tony Colombo, l'annuncio: "A fine mese dirò addio alle scene musicali"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento