Cartoline da Bagnoli. arriva in libreria “Napoli ad occidente bagnoli e dintorni nel tempo in 800 cartoline d’epoca”

Il volume “Napoli ad Occidente Bagnoli e dintorni nel tempo in 800 Cartoline d’Epoca”, ultima fatica dell’autore architetto Giuseppe Cristoforoni, edito da New Media Press è in libreria.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Il volume “Napoli ad Occidente Bagnoli e dintorni nel tempo in 800 Cartoline d’Epoca”, ultima fatica dell’autore architetto Giuseppe Cristoforoni, edito da New Media Press è in libreria. La pubblicazione attraverso cartoline d’epoca datate a partire dal 1890 e fino al 1960 vuole proporre un cammino del quartiere Bagnoli di Napoli, intervallando gli scatti fotografici con alcuni dettagli specifici e con racconti e curiosità insiti nei luoghi o evocate dai luoghi stessi, e aspira a rappresentare al pubblico una sorta di “percorso storico” influenzato nel tempo dalle modificazioni e dalle scelte politiche che in oltre un secolo hanno determinato le sorti e la trasformazione, fisica e sociale, del quartiere Bagnoli. Giuseppe Cristoforoni, architetto napoletano, è un architetto “ambientale”. Nato e cresciuto a Bagnoli, quartiere dell’Ilva, azienda siderurgica che svolgerà la sua attività dal 1910 al 1985, Cristofororoni si è occupato da tempo della storia del luogo, e delle sue architetture, con lo spirito di stimolarne il recupero delle vocazioni - anche ascoltando gli abitanti del quartiere e seguendo la nozione/concetto di recupero, di riqualificazione del patrimonio architettonico e urbano esistente, il consolidamento strutturale, la riqualificazione energetica degli edifici e l’uso delle fonti rinnovabili in un sistema diffuso e condiviso. L’impegno professionale dell’architetto si è trasformato presto ed inevitabilmente in impegno politico e di attivismo territoriale: questo il motivo per il quale Cristoforoni ama definirsi “architetto ambientale”. Agli articoli tecnici e politici di suo pugno, sono seguiti 2 volumi realizzati con IntraMoenia Edizioni, dal titolo: “Bagnoli ieri e oggi” e “Sblocca Italia - Sblocca Bagnoli”. Per approdare, infine, in questo 2021 alla pubblicazione “Napoli ad Occidente Bagnoli e dintorni bel tempo in 800 Cartoline d’Epoca” con l’editore New Media Press. Nel nuovo volume, si parte dalla zona denominata “La Pietra", località a sud di Pozzuoli, e di municipalità puteolana ma strettamente connessa ai confini con Bagnoli per percorrere il litorale fino alla Piazza Bagnoli: le due aree sono accomunate dalle antiche terme. Proseguendo nel percorso si giunge in Via Giusso, che corre fino al cuore del quartiere; da là si percorre la Via di Pozzuoli che giunge diritta fino al Quartiere Fuorigrotta. Proseguendo, invece, sulla linea del mare si giunge in breve a Coroglio, sirena del golfo, e si passa per Via Leonardo Cattolica che conduce fino a Cavalleggeri d’Aosta. Mentre, muovendosi verso l’alto, la Discesa Coroglio sfocia nel Parco del Virgiliano che dall’altro si affaccia su Nisida – isola legata alla terraferma - e sul golfo meraviglioso di Enea. In Piazzale Tecchio, intitolato inizialmente a Vincenzo Tecchio e realizzato nel 1940 – che in pochi anni ha visto l’edificazione della Mostra d'Oltremare, nel piazzale rinominato nel 2018 in piazza Giorgio Ascarelli - si osservano le architetture dello scorso secolo e si arriva alla struttura ludica della bizzarra Edenlandia, parco giochi napoletano; dal Costanzo Ciano si volge ad Agnano, luogo delle grandi Terme e dell’Ippodromo, per risalire poi per la Via di Agnano, la Via degli hotel, e mediante la Via di Pozzuoli si raggiunge il centro del Quartiere. Da qui, risalendo per Via Enea, la prima lottizzata dal Giusso, si ripercorrono in lungo e in largo le vie a maglia Ippodamea del Quartiere per narrarne con le “cartoline” la storia di parte del secolo scorso.

Torna su
NapoliToday è in caricamento