Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I giovani della Sanità in scena con la "Cantata dei pastori"

 

Settecento spettatori in due giorni per la Cantata dei pastori messa in scena dai giovani del Rione Sanità. Diciotto ragazzi dai 10 ai 23 anni, diretti da Vincenzo Pirozzi, hanno ridato vita al famoso testo del '600. Ad accompagnarli anche 200 tra orchestrali e cantanti della Sanitansamble. Lo spettacolo è stato proposto 2 e 3 gennaio nella chiesa di Santa Maria alla Sanità. 

Insieme ai classici personaggi del presepe nella versione de La Cantata dei Pastori della Sanità c’è un nuovo personaggio: è Peppiniello, ispirato ad un affresco che raffigura un giullare di corte ritrovato nelle catacombe di San Gennaro. Peppiniello rappresenta la coscienza di Razzullo, il protagonista della storia, un personaggio popolano e comico, perennemente affamato, scrivano napoletano inviato in Palestina per il censimento.

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento