Cultura

Campania gialla, riaprono musei e spazi espositivi del Comune di Napoli

Dal Maschio Angioino al PAN, passando per il centro antico con San Domenico e San Severo al Pendino, arrivando in Villa Comunale, saranno tantissime le occasioni di visita ai principali siti monumentali e alle mostre in città

Castel dell'Ovo @VG/NT

Da lunedì 26 aprile 2021 riaprono al pubblico, secondo i protocolli di sicurezza, i siti museali e gli spazi espositivi del Comune di Napoli, coordinati dall’assessorato alla Cultura e al Turismo. Dal Maschio Angioino al PAN|Palazzo delle Arti Napoli, passando per il centro antico con San Domenico e San Severo al Pendino, arrivando in Villa Comunale, saranno tantissime le occasioni di visita ai principali siti monumentali della città e alle mostre che da tempo aspettavano di riaprire o inaugurare. Un'offerta culturale che si coniuga con quella dei musei statali presenti in città, all'insegna di una vera e propria rinascita collettiva della cultura.

«Sono felice oggi di poter annunciare le riaperture degli spazi della cultura della città. Non abbiamo mai smesso di lavorare per farci trovare pronti a questo importante appuntamento, che sento beneaugurante anche in virtù dell’imminente Maggio dei Monumenti che stiamo per presentare alla città e ai turisti che riusciranno a arrivare, sempre nel rispetto della normativa vigente in materia di sicurezza Covid-19. Sono certa che ci sarà una grande risposta da parte del pubblico che dopo tanti, troppi mesi, potrà tornare a nutrire oltre i corpi anche le anime, i cuori, la mente. L’offerta è più che mai interessante e rilancia la città di Napoli tra le mete turistiche più ambite e internazionali e, particolare che in questi tempi difficili è ancora più importante, con tante gratuità e prezzi calmierati dove è previsto un ingresso a pagamento». Così Annamaria Palmieri, assessora all’Istruzione, alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli.

Elenco delle riaperture (in costante aggiornamento sul sito istituzionale www.comune.napoli.it):

Maschio angioino (Castel nuovo)
via Vittorio Emanuele III
Dal 26 aprile
(Lun-sab 8.30-18.30, ultimo ingresso 17.30)

Castel dell’Ovo
via Eldorado, 3
Dal 26 aprile
(Lun-sab 9.00-18.30, ultimo ingresso 17.00 / Dom 9.00–14.00, ultimo ingresso 12.30)
Dal 7 maggio
TROISI POETA MASSIMO
Mostra organizzata dall’Istituto Luce-Cinecittà in collaborazione con il Comune di Napoli (assessorato all’Istruzione, alla Cultura e al Turismo), curata da Marco Dionisi e Nevio de Pascalis con la supervisione di Stefano Veneruso. La mostra raccoglie fotografie private, immagini d'archivio, locandine che permetteranno al pubblico di addentrarsi nell'animo umano di Massimo. Un “mito mite”, un antieroe moderno e rivoluzionario, che più di altri ha saputo descrivere, con sincerità, leggerezza e ironia, i dubbi e le preoccupazioni delle nuove generazioni.

Chiesa di San Severo al Pendino
via Duomo 286
Dal 26 aprile
(Lun-ven 9.00-13.30)

Convento di San Domenico Maggiore
vico San Domenico, 18
(Lun-sab 9.00-18.30)
Dal 30 aprile
Grande refettorio
SISMA80 - 23 NOVEMBRE ORE 19.34
Mostra fotografica dedicata al quarantennale della ricorrenza del terremoto del 1980, ideazione e direzione artistica di Luciano Ferrara, promossa dal Comune di Napoli (assessorato all’Istruzione, alla Cultura e al Turismo); in mostra oltre 100 immagini storiche di autorevoli fotografi: Archivio Luciano D’Alessandro Studio bibliografico Marini Roma – Massimo Cacciapuoti – Toty Ruggieri – Annalisa Piromallo – Gianni Fiorito – Fotosud (Giacomo Di Laurenzio, Antonio Troncone, Mario Siano, Guglielmo Esposito) – Associazione Archivio Carbone – Pressphoto (Gaetano Castanò, Franco Castanò, Franco Esse) – Mario Riccio – Giuseppe Avallone – Guido Giannini – Pino Guerra – Sergio Del Vecchio – Archivio fotografico Ferrara, Luciano Ferrara – Mimmo Jodice.

PAN|Palazzo delle Arti Napoli
via dei Mille, 60
(Lun-dom 9.30-20.00)
I Piano
Dal 3 maggio
FRIDA KAHLO Ojos que no ven corazón que no siente
Presentata dalla Frida Kahlo Corporation, prodotta da Next Exhibition, curata da Alejandra Lopez, organizzata da Alta Classe Lab, in collaborazione con il Comune di Napoli (assessorato all’Istruzione, alla Cultura e al Turismo), Next Exhibition, Fast Forward e Next Event, con il patrocinio dell’Ambasciata del Messico, del Consolato del Messico a Napoli, la mostra evento rivela uno sguardo intimo e privato sull’artista più conosciuta e amata del Messico.
Per la prima volta in Europa viene mostrata al pubblico una selezione unica, appassionante e rivelatrice di fotografie e lettere che si riferiscono a momenti conosciuti ed inediti della vita di Frida Kahlo.
Piano terra
Dal 3 maggio
LINEA D'OMBRA mostra personale dell'artista Mario Panizza
Dal 3 maggio
NAPLES - SENSE OF PLACE mostra dell'artista Alessandro Fidato
Dal 3 maggio
#9CENTO mostra degli artisti Andrea Piccolo e Rosalia Esposito Alaia

Casina pompeiana in Villa comunale
Riviera di Chiaia
(Lun-dom 9.30-20.00)
Dal 3 maggio
KLIMT ARTE VIRTUALE & IMMAGINI
Mostra virtuale dedicata al grande pittore Gustav Klimt che si comporrà di 16 postazioni con visori 3D che consentiranno al visitatore di “entrare” nei capolavori del pittore austriaco e camminare all’interno delle sue particolari opere nel pieno rispetto della normativa Covid-19. Ad arricchire l’esperienza virtuale si potrà ammirare un’esposizione di fedeli riproduzioni delle più importanti opere dell’artista austriaco e dei vestiti indossati da Adele Bloch-Bauer e Giuditta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campania gialla, riaprono musei e spazi espositivi del Comune di Napoli

NapoliToday è in caricamento