rotate-mobile

Premio Cimitile: i nomi dei vincitori e il programma della manifestazione

Nel segno de "La luce" la XXIX Edizione della kermesse che si svolge in uno dei più affascinanti luoghi dell'area metropolitana

La Fondazione Premio Cimitile con i soci fondatori Regione Campania, Città Metropolitana di Napoli, Comune di Cimitile, Associazione Obiettivo III Millennio, ha presentato nella sala Giunta della Regione Campania, in via santa Lucia, la XXIX edizione della rassegna letteraria che con Guida Editore negli anni ha scoperto tanti nuovi scrittori e portato diversi inediti all'attenzione dei lettori.

Alla presentazione del programma della manifestazione, che si terrà dall’8 al 15 giugno prossimi, hanno preso parte Felice Casucci assessore al Turismo e Semplificazione amministrativa della Regione Campania; Giuseppe Bencivenga consigliere della Città Metropolitana di Napoli; Filomena Balletta sindaco di Cimitile; Felice Napolitano presidente della Fondazione Premio Cimitile; Ermanno Corsi presidente del Comitato scientifico del Premio; Elia Alaia presidente dell’Associazione Obiettivo III Millennio; Diego Guida editore.

La location

Il Complesso Basilicale Paleocristiano di Cimitile, uno degli esempi più affascinanti di arte paleocristiana in Italia, sarà lo scenario naturale di tutta la kermesse letteraria. Qui sarà inaugurata la mostra d’arte “Nel segno della luce. Aspettando il Giubileo del 2025”, a cura di Giuseppe Bacci, che aprirà la rassegna letteraria con la presentazione del libro “Verso il Giubileo del 2025” di Angelo Scelzo - Francesco D’Amato Editore.

La settimana di arte, cultura, religione, storia, riscoperta del patrimonio pubblico sarà densa di eventi, letteratura, convegni, spettacoli, musica, momenti di riflessione: "un articolato programma di iniziative di elevato spessore culturale, volto a promuovere la lettura del libro, la letteratura e la diffusione dei valori umanitari che sono alla base di una civile e democratica cittadinanza, che vede la partecipazione di personalità del mondo della cultura, della politica, della religione e dello spettacolo e la riscoperta dei beni culturali dell’intera area nolana", spiegano gli organizzatori.

L'evento culminerà con la serata finale di premiazione e la consegna dei campanili d’argento ai vincitori della XXIX edizione del Premio.

I Campanili d'argento 2024

I vincitori della XXIX edizione selezionati dal comitato scientifico presieduto da Ermanno Corsi sono

  • Sezione I: Opera inedita del genere narrativo - Fabrizio Rossi: “Un anno difficile per il professor Scarlatti” - Il lavoro è stato pubblicato sul territorio nazionale a cura di Guida Editori di Napoli.
  • Sezione II: Opera edita di narrativa - Valeria Parrella: “Piccoli miracoli e altri tradimenti”, Feltrinelli 
  • Sezione III: Opera edita di attualità - Donato Bendicenti: “Scintille. L’avventura dell’energia in Europa dalla scissione dell’atomo alla rivoluzione verde”, Luiss University Press
  • Sezione IV: Opera edita di saggistica - Michele Ainis: “Capocrazia. Se il presidenzialismo ci manderà all’inferno”, La nave di Teseo
  • Sezione V: Opera edita di archeologia e cultura artistica in età e altomedievale - Paola De Santis: “Coemeteria Requirere I. Archeologia e conservazione nel complesso cimiteriale tardoantico di Lamapopoli a Canosa di Puglia: gli ipogei F, G, H (2016-2022), Pontificia Commissione di Archeologia Sacra Città del Vaticano 2023.
  • Premio giornalismo “Antonio Ravel”: Manuela Moreno, giornalista, conduttrice del programma televisivo TG2 Post.
  • Premio Speciale: Maria Pia Ammirati, giornalista, scrittrice, direttrice di Rai Fiction.

Ai premiati sarà consegnato il "Campanile d'argento" tradizionale emblema del Santuario martiriale di San Felice.

Video popolari

NapoliToday è in caricamento