rotate-mobile
Cultura San Ferdinando / piazzetta Augusteo

Inno del Napoli per lo scudetto, in mille all'Augusteo per registrare i cori

In tantissimi hanno risposto all'appello di Claudio Mattone, autore e compositore di tante canzoni di successo. Il pezzo, Napule mia, è cantato da Sal Da Vinci

È stata una festa e non poteva essere altrimenti, l'iniziativa voluta al Teatro Augusteo di Napoli da Claudio Mattone. Il famoso musicista partenopeo, autore e compositore di tante canzoni di successo, ha infatti invitato i tifosi a registrare tutti insieme il coro della sua nuova canzone per celebrare gli azzurri, freschi vincitori del titolo.

E infatti ieri sera, al teatro del centro cittadino, si sono presentati addirittura in più di mille, con tanto di sciarpe e magliette del Napoli campione d'Italia.

La canzone è cantata da Sal Da Vinci e si chiama "Napule mia". I presenti l'hanno sentita subito loro, e già dalla prima prova hanno mostrato di essere in grado di soddisfare il maestro.

Presente naturalmente anche la famiglia di "Scugnizzi", il notissimo musical - anni e anni di repliche - scritto proprio da Mattone: diversi componenti delle varie compagnie che lo hanno messo in scena hanno salutato il maestro e cantato la loro passione azzurra.

Claudio Mattone, tifosissimo azzurro, ha spiegato che si è trattato non soltanto di un esperimento e di un omaggio alla vittoria del Napoli, ma anche di un modo per salutare amici che non vedeva da tempo.

L'intervista

A NapoliToday Mattone ha spiegato: “Lo sa come chiudo la canzone Napule Mia? ‘Tengo una malattia che nun si sana. Io so' napulitano...Io so’ napulitano’. Ecco, questa è la mia malattia. È una malattia naturalmente piacevole, gioiosa, sono felice di averla. Il mio massimo interesse è per Napoli e i napoletani”. Ha scritto la canzone di getto, sull'onda dell'emozione tricolore. "Sono al settimo cielo per questo scudetto - ci ha spiegato ancora - Me lo sto godendo proprio tutto, poi non fa niente che ogni tanto ci sta qualche piccola incertezza, qualche partita che non va come dovrebbe andare, pazienza. I ragazzi saranno pure sfiniti, hanno fatto fino adesso un campionato pazzesco. Veramente degno di applausi".

La nostra intervista integrale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inno del Napoli per lo scudetto, in mille all'Augusteo per registrare i cori

NapoliToday è in caricamento