Nasce un nuovo personaggio: l'assistente di Vincenzo De Luca

In attesa di tornare in tv e in teatro la comica napoletana Barbara Foria lancia sui social le tragicomiche avventure del suo nuovo personaggio, la fida segretaria del Presidente della Regione Campania

Foto di Lucia Iuorio

Il governatore Vincenzo De Luca può essere contestato o può essere apprezzato ma gli ultimi due mesi l’hanno reso il politico italiano più pop durante la Fase 1 dell’emergenza sanitaria: le celebrities l’hanno twittato; le sue stoccate nelle dirette solitarie via social sono state citate, contestate e parodiate; soprattutto comici e imitatori hanno visto in De Luca una miniera d’oro dove attingere ispirazione. C’è l’imitazione storica di Maurizio Crozza subito riaggiornata per l’occorrenza, c’è la factory The CereBros che nel loro sketch lanciato in rete il governatore mantiene la rubrica della posta del cuore ai tempi del Covid-19. Tra di loro spicca l’attrice e presentatrice napoletana Barbara Foria che sceglie un’altra strada creando un personaggio, Assunta la sua fedele assistente con un contratto a tempo determinato.

Dalla versione comica della Scianel di Gomorra ad Assunta

Alternando teatro e tv, Barbara Foria è uno dei volti noti di Colorado, il comedy show di Italia uno dove ha lanciato vari personaggi con tanto di rubriche come la trappe neomelodica BabaQ e VanityForia. Ma a renderla nota è la parodia della Scianel di Gomorra con le sue ricette culinarie con contorno di ammazzatine diventata un classico del virale e la sua nuova creatura pare avere lo stesso destino. Appena lanciati i primi video su Instagram Assunta ha spopolato. 
Barbara ha immaginato Assunta come una paziente segretaria factotum del Governatore, che lei chiama rispettosamente Don Vincenzo. Lo segue ovunque, dalla mattina alla sera: sveglia, conferenze stampa, impegni istituzionali, blitz in feste di laurea e battesimi abusivi, Assunta è lì dove è De Luca. Tanti sono gli impegni a cui Assunta assolve come ricaricare il gas al lanciafiamme, dal quale Don Vincenzo non si separa mai, ma soprattutto affrontare gli imprevisti che per il carattere fumantino del Governatore sono sempre dietro l’angolo. Con le sue videochiamate furtive con le amiche e la madre, questo personaggio inventato dalla Foria racconta come potrebbero essere le dietro le quinte e la vita privata del politico che attualmente è tra i più seguiti d’Italia.

L’intervista 

Barbara, come nasce Assunta?

“Diciamo una “Mandrakata” della quarantena, o meglio una Barbarata! Il lockdown fortunatamente non ha generato un black out nel mio cervello. Ho avuto una folgorazione. Mi capita ogni volta che “partorisco” un personaggio. Così come è stato per Scianel di Gomorra, così è stato per Assunta, anche se il mio amore per “Don Vincenzo” risale ad anni fa, quando era lo sceriffo sindaco di Salerno. Mi è venuto quasi naturale ispirarmi ai suoi diktat , alle sue divertenti provocazioni e diventare la sua segretaria factotum che ne può raccontare i segreti più  nascosti”.

Sognando l’agognato contratto Assunta incarna anche la precarietà di milioni di italiani, lo status che c’è sempre stato nel nostro Paese ma che la Pandemia ha sicuramente accentuato…

“Bè, la situazione era drammatica e con la pandemia è diventata ancora più tragica. Siamo diventati ancora più precari. Se penso a chi aveva appena iniziato un lavoro, un progetto o si accingeva a realizzare un sogno interrotti da questo devastante evento che ci ha colpiti, mi viene da piangere. Mi sento in primis coinvolta perché anch’ io dovevo iniziare la tournée teatrale e la nuova serie di Colorado su Italia uno, e mi ritrovo senza né l’una né l’altro. Anch’io sono una precaria che ha volutamente scelto nella vita un lavoro precario. La mia fortuna è quella di essere creativa e reinventarmi sempre. Così ho pensato ad Assunta sperando in un piano B: diventare magari ‘over l’assistente del governatore De Luca (ride). Da buona napoletana voglio essere ottimista, sperando che l’economia possa ripartire quanto prima in tutti i settori”.

Merito anche delle dichiarazioni durante videoconferenze solitarie della Fase 1 e degli interventi in noti programmi televisivi, De Luca è la figura politica che, nel bene e nel male, più è spiccata durante l’emergenza sanitaria. Parliamone.

“De Luca è il vincitore mediatico di questo periodo. La figura politica che si è distinta di più. Ha lasciato il segno con le sue dichiarazioni e minacce, ma anche con la sua ironia e capacità di coinvolgimento. Altrimenti non staremo qui a parlarne! Certo, De Luca non è amato da tutti…”

Di fatto il presidente De Luca è diventato un’irresistibile fonte d’ispirazione per comici e imitatori senza contare i meme che circolano nel web. Da comica e anche da napoletana in un periodo dove le elezioni regionali si avvicinano sempre di più in Campania, secondo te quanto potrà aiutare e quanto non potrà aiutare un secondo mandato?

“Perché non siamo già in campagna elettorale?(ride) Sono convinta che non ci possa essere campagna elettorale migliore di questa fatta in lockdown!
Il “mio Don Vincenzo” in quarantena ha interpretato un monologo incisivo, divertente e a tratti commovente con standing ovation finale (Ci si augura!)… Ha dei tempi comici naturali e perfetti. Io credo che un secondo mandato lo meriti in pieno! Ps: ricordiamo che i discorsi glieli ha scritti Assunta! (ride)”

Su Radio RTL  il sabato mattina conduci ‘CHI C’È C’È, CHI NON C’È NON PARLA’, dove in due ore tu ascolti i problemi pratici degli ascoltatori. In questa sorta di sportello reclami durante ne avrai sentite di tutti i colori, soprattutto durante il lockdown e all’inizio della Fase 2. Ci sono degli che episodi che ti hanno colpito durante questi tre mesi?

“Grazie a Rtl102.5 ogni sabato mattina ho la possibilità di relazionarmi con i very normal people che ci chiedono  di risolvere i loro problemi:  da quello con la compagnia telefonica, passando per pacchi e raccomandate non recapitati , fino ad arrivare a richieste di lavoro vero e proprio. Ma quello che mi ha colpito particolarmente in questo periodo di quarantena è stata la richiesta di compagnia. L’ascoltatore chiamava per parlare con noi per non sentirsi solo ma parte di una comunità. Il signor Umberto di Cernusco sui Navigli ci raccontava come trascorreva le sue giornate, spesso identiche alla signora Rosalba di Ragusa. Un sabato italiano da nord a sud all’insegna della pizza o del flashmob dai balconi!

Soprattutto mi ha colpito la forza delle persone più anziane. Hanno chiamato in tantissimi! Ma nel cuore mi è rimasta una signora pugliese di 84 anni, con voce squillante ed energica, grande bevitrice di vino rosso, che ha dato una lezione di vita a tutti noi. Ci invitava a non abbatterci, a essere forti perché avremmo superato presto tutto e a gioire sempre del dono della vita. Ecco. Ho conservato il numero della signora Lucia per chiederle quale fosse il suo segreto e la marca di quel vino rosso buono assaj!”

A maggio saresti stata impegnata in molti progetti tra tv e teatro tra cui il tour del tuo spettacolo EuForia. Parlando proprio di EuForia, che suppongo riprenderai appena possibile, tu parli molto del rapporto che le donne hanno con i social e della virtualità delle storie d’amore. In questi due mesi avranno inciso ancora di più queste dinamiche. Pensi che possa esserci un EuForia 2 dagli spunti che potrebbero esserci?

“Ho spunti per poter scrivere altri due spettacoli! I social sono stati la nostra Agorà virtuale. Mi sono divertita ad osservare il comportamento di tutti, uomini e donne, e ho trovato grande ispirazione per i miei futuri spettacoli”. 

Oltre l’evoluzione di Assunta e i progetti che sono stati sospesi, da dove ripartirà Barbara Foria?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Riparto da me. Riparto più forte di prima e con ancora più voglia di sorridere e far sorridere. Perché in fondo questa esperienza ci deve far riflettere che è meglio sorridere e prendere la vita con più leggerezza! La mia filosofia di vita da napoletana è “Eduardiana” indi penso Adda passa a’ pandemia!  Voglio tornare a viaggiare, ma soprattutto tornare in teatro con il mio one Woman show e presto in tv. Quest’anno a Colorado il mio nuovo personaggio sarebbe stato la Regina del Castello delle Cerimonia: donna Imma Polese. Lei, i fastosi matrimoni, il suo mondo e il suo amato marito Matteo sono stati grande fonte di ispirazione. Un altro colpo di fulmine per la mia creatività! Aspettando di ritornare su Italia uno per “benedire p’ cent’ anni” il pubblico di Colorado, credo di proporla presto sui miei social. E chissà che non si aprano altre porte del Castello!”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' lockdown, De Luca: "Chiudo tutto già ora in Campania. Siamo a un passo dalla tragedia"

  • Divieto di spostamento tra province in Campania e zona rossa: ecco l'ordinanza n.82

  • Coronavirus, la nuova ordinanza del Presidente De Luca: gli orari previsti per le attività

  • In duemila protestano sotto la sede della Regione e violano il coprifuoco: scontri con le forze dell'ordine

  • Mascherine chirurgiche Made in Italy e KN95: ecco dove acquistarle scontate

  • Stop agli spostamenti interprovinciali (non giustificati), torna l'autocertificazione: la nuova ordinanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento