rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cultura Arenella

160° anniversario dell'adozione del tricolore alla scuola primaria statale "Emilia Nobile"

Ricordato, con i piccoli allievi della "Emilia Nobile", il 160° Anniversario dell'adozione del Tricolore quale vessillo nazionale

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Il 14 marzo 1861 il tricolore verde bianco e rosso diventava ufficialmente la bandiera nazionale italiana. Tre giorni più tardi, il 17 marzo, ci fu la proclamazione del Regno d’Italia: Vittorio Emanuele II assunse per sé e per i suoi successori il titolo di Re d’Italia. Sono passati 160 anni e oggi, 15.03.2021, i piccoli alunni della Scuola Primaria “Emilia Nobile” sono stati impegnati, in modalità di Didattica a Distanza, prima nel rievocare l’Inno “Il Canto degli Italiani” e poi hanno partecipato alla visione di alcuni filmati che rievocavano la storia del Tricolore con una visita virtuale al Sacrario delle Bandiere presso l’Altare della Patria, sfruttando la tecnologia multimediale. E’ seguito un dibattito avente ad oggetto i valori e i simboli del nostro amato vessillo, nonchè le emozioni che trasmette. Nel 1848, dopo essere stato sventolato durante i famosi moti, fu adottato nel regno di Sardegna dai Savoia e i reali vi inserirono il loro scudo (una croce bianca in campo rosso), poi, esattamente 160 anni fa, diventò la bandiera del Regno d’Italia, sotto la guida, come detto, di S.M. Vittorio Emanule II, il “Padre della Patria”. In seguito alla proclamazione della Repubblica, con il referendum del 1946, lo scudo dei Savoia fu eliminato. Oggi è il simbolo costituzionale dell’Italia repubblicana in cui si salda l’identificazione tra collettività nazionale e lo Stato: la collocazione del Tricolore fra i principi fondamentali lo assimila agli altri pilastri enunciati nella Costituzione come la continuità territoriale dello Stato unitario, l’indipendenza, il dovere dei cittadini e delle Forze armate di difenderlo. La Dirigente scolastica, Dott.ssa Caterina Cernicchiaro, ha voluto e creduto fortemente in questa iniziativa, ritenendo che il Tricolore è stato il traguardo di un popolo che mirava ad avere Giustizia, Uguaglianza, Fratellanza, tre obiettivi senza i quali non ci può essere dignità, democrazia, prosperità. Il nostro Tricolore riassume così i naturali "Diritti dell'Uomo", le aspirazioni di tutte le genti, la volontà di chi crede nella propria nazione volta al progresso, con leggi adeguate, senza divisioni, stessi doveri e medesimi privilegi, un Paese, in sintesi, dove non ci siano discriminazioni, ma ognuno fa' del proprio lavoro una cosciente responsabilità, dove la morale e l'etica siano guida costante per un'esistenza felice e serena. Per tali finalità, in questo solenne Anniversario, le docenti della Scuola Primaria hanno ritenuto opportuno predisporre la partecipazione attiva dei piccoli allievi, così’ per una maggiore riflessione condivisa sul simbolo della nazione, del popolo italiano e delle libertà conquistate, un simbolo che ha accompagnato il cammino del nostro Paese nei momenti sia luminosi che in quelli bui e, pertanto, sono questi ideali che dovrebbero guidare i ragazzi nel cammino della vita, unendo gli ideali patriottici per i quali molti loro coetanei, negli anni passati, hanno donato la vita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

160° anniversario dell'adozione del tricolore alla scuola primaria statale "Emilia Nobile"

NapoliToday è in caricamento