Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cucina

Zucchine alla scapece, sapete perchè si chiamano così?

Secondo alcuni il nome deriverebbe dal suo ideatore, un cuoco dell’antica Roma di nome Marco Gavio Apicio vissuto sotto l’imperatore Tiberio

Ideali per accompagnare un secondo piatto di carne o di pesce, le zucchine alla scapece sono un tipico contorno della cucina napoletana dalle origini antichissime. Il piatto è noto anche per essere citato in un film di Totò: in "Un turco napoletano", il guappo Don Carluccio "uomo di ferro" (interpretato da Enzo Turco), stilando il contratto di nozze, elenca i piatti che non piacciono allo sposo, tra cui appunto questo squisito contorno che chiama col suo nome napoletano ("cocozzielli alla scapece”). Prepararle è molto semplice: si fanno friggere le zucchine tagliate a fette tonde e le si condiscono con aceto, aglio e foglie di menta fresca.

Ma da dove deriva il nome “scapece”? Secondo alcuni la ricetta sarebbe stata ideata da un cuoco dell’antica Roma di nome Marco Gavio Apicio, il misterioso autore del “De re coquinaria” (il primo trattato di gastronomia/libro di ricette di cui si abbia notizia): il termine “scapece”, infatti, sembra essere una contrazione della formula latina “ex Apicio”, letteralmente “da parte di”, “secondo” Apicio. Della vita dell’autore si conosce ben poco, la storia ci offre soltanto qualche frammento: si sa che Apicio era un uomo amante dei banchetti fastosi e delle sperimentazioni culinarie che avrebbero costituito il corpus primario della sua opera, e che visse sotto l’imperatore Tiberio, suicidandosi poco prima della fine del suo regno. Secondo altri la ricetta rialirebbe alla dominazione spagnola: il termine “scapece” deriverebbe, infatti, dallo spagnolo "escabeche", termine che indica in cucina qualsiasi cosa sia condita con una marinata all’aceto.

Maria Orsini Natale, scrittrice e giornalista napoletana, così descrive questo piatto così amato e apprezzato dai napoletani: “Piccole monete abbrunite dall’olio, tondi soli dorati che in spazi di aceto pulsavano aglio e mentuccia”.

Per chi volesse prepararle, ecco la ricetta napoletana delle zucchine alla scapece.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zucchine alla scapece, sapete perchè si chiamano così?

NapoliToday è in caricamento