I calamari ripieni: la ricetta napoletana

Una ricetta estiva e gustosa che unisce in un unico piatto i sapori di mare e di terra

Un piatto gustoso e delicato perfetto per una cena estiva in compagnia. I calamari ripieni o “imbuttunati” (come vengono chiamati a Napoli) sono una ricetta tipica partenopea che unisce un delizioso ripieno di terra a base di pinoli, uva sultanina, uova, salame e pecorino, al fantastico sapore di mare del calamaro. Preparare questo piatto è davvero semplice, la fase più lunga riguarda la pulizia del mollusco dal quale vanno eliminate tutte le interiora facendo attenzione a non lesionare la sacca che andrà farcita con i diversi ingredienti. I calamari ripieni sono un piatto anche estremamente versatile che può essere servito sia come primo che come secondo piatto. Non dimenticate di accompagnarlo con qualche fetta di pane per fare l’immancabile “scarpetta” con il sughetto di cottura dei calamari. Per chi volesse preparare questo squisito piatto ecco la ricetta napoletana.

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 calamari medi
  • 200 gr di pane raffermo
  • 1/2 litro di latte
  • 100 gr di pinoli
  • 100 gr di uva sultanina
  • 8 uova
  • un paio di manciate di semi di finocchietto selvatico
  • 100 gr di salame tipo Napoli
  • 100 gr di pecorino romano
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 peperoncino
  • 1 kg di pomodori passati San Marzano
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe

Procedimento:

Pulite internamente i calamari senza eliminare la pelle esterna, separando i tentacoli dalla testa. Eliminate gli occhi e la bocca. Tritate grossolanamente i tentacoli e teneteli da parte. Per il ripieno: in un contenitore sgusciate le uova, aggiungeteci i pinoli e l’uvetta, il salame tagliato a cubetti, i semi di finocchietto schiacciati, il pecorino grattugiato. Versate il tutto in una padella con un goccio di olio e cucinate come fossero uova strapazzate. Mettete il pane in ammollo nel latte e appena pronto strizzatelo e unitelo alle uova. Cucinate i tentacoli del calamaro in olio dove avrete fatto imbiondire uno spicchio di aglio, aggiustandoli di sale e pepe, e uniteli alle uova e al pane ottenendo un unico composto. Farcite i calamari con il ripieno ottenuto lasciando 2 centimetri di spazio per la chiusura. Con l’aiuto di uno stuzzicadenti unite le due estremità in modo da evitare fuoriuscite durante la cottura. In un tegame fate soffriggere uno spicchio di aglio, olio e peperoncino, aggiungeteci i calamari e rosolateli su ambo i lati sfumandoli con il vino bianco. Aggiungete il pomodoro passato, una manciata di semi di finocchietto battuti al coltello. Aggiustate di sale e di pepe e lasciate cuocere per un paio di ore a fuoco lento. Tagliateli a rondelle e servite bene caldi e ricoperti di sugo.

Fonte della ricetta: “La cucina napoletana” di Eduardo Estatico e Gerardo Gagliardi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella famiglia di Made in Sud: "Era da sempre nostra prima sostenitrice"

  • Muore sulla tomba del figlio: tragedia nel cimitero

  • Scossa di terremoto nella notte: l'evento di magnitudo 2.8 nella zona flegrea

  • Nutella Biscuits introvabili? A Napoli arrivano i "Nicolini"

  • "Concorsone": gli elenchi degli ammessi nella categoria C

  • Terremoto, l'Osservatorio Vesuviano: "Il più forte dalla ripartenza del bradisismo nel 2006"

Torna su
NapoliToday è in caricamento