menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Graffe

Graffe

Ricetta dei Krapfen... o meglio delle Graffe

'A graffa è un dolce tipico della colazione napoletana. Una ciambella fritta e spolverizzata di zucchero, la si può comprare in ogni bar e pasticceria partenopea. Ecco come farle in casa per gustarle in famiglia

La ricetta di oggi è un classico della colazione "on the road" dei napoletani, un dolce tipico dei bar e delle pasticceria paertenopee: le graffe.

Si tratta di ciambelle dall'impasto soffice e leggero, fritte e poi ripassate nello zucchero. Per tradizione, si mangerebbero a carnevale, ma in realtà le si trova tutto l'anno. In genere, per farle in casa si utilizzano le patate all'interno dell'impasto, questa ricetta che vi forniamo invece ne è priva e dà un risultato molto più simile a quello delle graffe "da bar", delicatissimo.

INGREDIENTI:
500 gr di farina, un panetto e mezzo di lievito di birra, 100 gr di burro, 30 gr di zucchero (+ q.b. per spolverizzare le graffe), 200 ml di latte, 2 uova intere + 4 tuorli, un pizzico di sale, una bustina di vanillina, olio di semi per friggere.
Marmellata (di albicocche o al gusto che preferite) o crema pasticciera (per prepararla potete riferirvi alla ricetta delle zeppole di san giuseppe) se scegliete la variante 2

PREPARAZIONE:
1. Sciogliere il lievito in metà del latte un po' intiepidito. Impastare con circa un terzo di farina. Far lievitare in luogo tiepido.
2. Intanto unire il resto della farina con le uova, il burro molto morbido, lo zucchero, la vanillina ed un pizzico di sale. Lavorare energicamente finché l'impasto non si staccherà dal piano di lavoro. Lasciar riposare una decina di minuti.
3. Unire i due impasti aggiungendo il latte rimasto. Lavorare ancora energicamente finché la pasta sarà di nuovo elestica e si staccherà completamente dal piano di lavoro.
4. Formare una palla, lasciarla lievitare al coperto in ambiente tiepido per circa 40 minuti.

A questo punto potete procedere in due modi:

1. LA GRAFFA COL "BUCO": Stendere la pasta ad un'altezza di un cm abbondante, con una ciotola con diametro di circa 10 cm tagliare la pasta e ricavarne dei dischi, che "bucherete" al centro tagliando dei cerchi con un bicchiere  o con un tagliapasta. Lasciare lievitare le ciambelle ottenute su un panno pulito per 2 ore. Friggere le graffe in abbondante olio bollente di semi di arachidi, a fuoco dolce, avendo cura di girarle delicatamente per dorare bene entrambi i lati. Sollevare le ciambelle dall'olio, posarle pochi secondi su carta assorbente per eliminare l'olio in eccesso e ripassarle velocemente nello zucchero, che deve ricoprire tutto il dolce. Servire calde


2. GRAFFE RIPIENE: Stendere la pasta ad un'altezza di un cm abbondante, con un bicchiere o un tagliapasta ricavare dei dischi da sovrapporre a coppie mettendo un po' di marmellata o crema pasticciera al centro. Lasciare lievitare le ciambelle ottenute su un panno pulito per 2 ore. Friggere le graffe in abbondante olio bollente di semi di arachidi, a fuoco dolce, avendo cura di girarle delicatamente per dorare bene entrambi i lati. Sollevare le ciambelle dall'olio, posarle pochi secondi su carta assorbente per eliminare l'olio in eccesso e ripassarle velocemente nello zucchero, che deve ricoprire bene tutto il dolce. Servire calde

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento