Cucina

Ricetta del Babà al Rum: il dolce della tradizione

Dolce napoletano per eccellenza, in realtà originario della Polonia. "Adottato" da noi partenopei con grande amore e dedizione tanto da renderlo il Re della nostra cucina

Babà al rum

Napoli nel Piatto oggi vi propone un dolce tipico della nostra tradizione culinaria: il Babà al rum.
In realtà questo dolce è stato "importato" dalla Polonia, dove è stato "inventato" nel '700, durante il regno di Stanislao Leszczinski.
Insomma un dolce "adottato", ma amato talmente da farlo diventare Re della nostra cucina, principe dei dolci napoletani, rilanciando la sua fama e la sua bontà in tutto mondo.
Ve ne forniamo una versione (della torta babà e non dei babà mignon) abbastanza semplice da fare in casa, così da potervi cimentare con questo speciale dessert.

INGREDIENTI

450 gr farina (meglio se manitoba), 6 uova, un cubetto di lievito di birra, 70 gr zucchero, 150 g burro, un pizzico di sale, 50 ml di latte

Per il bagno : 1/2 l di acqua, 250 gr di zucchero, 250 ml di rum, una buccia di limone (facoltativa)

PREPARAZIONE

IL BAGNO

Lasciar bollire l’acqua con lo zucchero e la buccia di un limone tagliata a spirale per circa 15-20 minuti. Spegnere ed aggiungere il rum

IL BABA’

1.Diluire il lievito nel latte tiepido, aggiungere 2 cucchiaini di zucchero (dai 70 gr) e 60 gr di farina. Lavorare delicatamente per ottenere una pasta molle e poi lasciare lievitare a temperatura tiepida fino al raddoppio
2. Aggiungere all’impasto la restante parte della farina, le uova e lo zucchero e lavorare qualche minuto con uno sbattitore elettrico, poi aggiungere il burro ammorbidito e un pizzico di sale. Continuare a lavorare per una ventina di minuti finché l’impasto risulterà elastico
3. Lasciare lievitare l’impasto, coperto, in un ambiente tiepido per circa un’ora e mezza o finché non sarà raddoppiato il suo volume
4. Versare l'impasto in uno stampo da babà imburrato (o quello per ciambella di circa 24 cm) e lasciare lievitare ancora fino a quando non avrà riempito lo stampo.
5. Infornare delicatamente in forno già caldo a 180° per 35-40 minuti, la superficie del babà dovrà risultare bella dorata.
8. Sfornare e lasciar raffreddare per 15-20 minuti
9. Senza togliere il babà dal suo stampo, bucherellare delicatamente con uno stuzzicadenti  la superficie e versare il bagno al rum intiepidito lentamente, avendo cura di verificarne il completo assorbimento. Di tanto in tanto inclinare lo stampo per fa uscire il bagno in eccesso, da riutizzare per continuare a bagnare il babà. Lasciare un po’ di bagno per le fette da servire. Lasciare il babà nello stampo per due ore circa, meglio se in frigorifero. Capovolgerlo poi in un piatto da dolce e guarnirlo a piacere con panna montata e frutta. Aggiungere un po’ di bagno alle singole fette servite.
10. Dopo circa due ore, capovolgere il babà in un piatto da dolce e servire

NOTE

L’impasto del babà va lavorato a lungo per ottenere la consistenza giusta.
L’impasto lievitato va maneggiato con cura per evitare che si sgonfi
Per la decorazione si può aggiungere panna e frutta fresca a piacere (le fragole ad esempio sono sempre gradite), sia al centro della “ciambella” che sulle singole fette da servire. Si può decorare anche con crema pasticcera o, nella versione più moderna e “golosa”, si può aggiungere anche della nutella.



.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricetta del Babà al Rum: il dolce della tradizione

NapoliToday è in caricamento