Sabato, 20 Luglio 2024
Cucina

Farine e semole: Campania da record

L'Associazione dei mugnai ha presentato i dati del 2022

Il 2022 è stato un anno da record per l’Italia che ha esportato in tutto il mondo frumento e semole per circa 337 milioni di euro, di cui il 14,5% proveniente da produzioni biologiche. L'Associazione industriali mugnai d'Italia - Italmopa ha diffuso i dati sulle esportazioni delle farine e delle semole, con un focus speciale sulle produzioni biologiche, nell’ambito dei programmi internazionali “Pure flour from Europe” cofinanziati dall’Unione Europea, che promuovono l’utilizzo di farine e semole convenzionali e biologiche Made in Europe e, più in particolare Made in Italy, in USA, Canada e India. I dati sono stati illustrati da Piero Luigi Piano, direttore Italmopa.

La Campania: grano tenero e grano duro 

Per quanto riguarda l’industria molitoria campana, per il grano tenero (farine) a fronte di una capacità di oltre 29.300 tonnellate in 24 ore si arriva ad una produzione potenziale di 700 tonnellate: un quinto di tutto il Centro Sud e il 2,5% del totale nazionale.

Per il grano duro (sfarinati, semole in prevalenza e farine), a fronte di una capacità di produzione nazionale di 20.400 tonnellate si arriva ad una produzione di 1.230 tonnellate in 24 ore ovvero il 6% del totale nazionale e l’8,5% rispetto alla produzione del Mezzogiorno.

Pasta: la masterclass di Acunzo

L’industria della pasta sostanzialmente traina al Sud un maggior focus sugli sfarinati (semole in prevalenza) derivati dal grano duro con il Mezzogiorno che pesa per il 70% degli sfarinati derivanti dal frumento duro mentre rispetto alla produzione di sfarinati derivanti dal grano tenero l’intero mezzogiorno supera di poco il 12,5%. E a dimostrare l'appeal del prodotto ci ha pensato in particolare il napoletano Lino Acunzo con la sua speciale masterclass dedicata alla pasta fresca, in cui ha insegnato l’arte del cavatello e del raviolo, due primi piatti preparati con farine e semole bio

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Farine e semole: Campania da record
NapoliToday è in caricamento