La classifica dei migliori pani italiani: c'è anche quello dei Camaldoli

Al primo posto il pane di Altamura, al terzo il pane toscano

(Pane Camaldoli)

Secondo un monitoraggio dell'agenzia di comunicazione Klaus Davi & Co. che - in collaborazione con Filippo Gallinella (Presidente della Commissione Agricoltura alla Camera) ha creato il movimento 'Io sto con il Made in Italy' - grande protagonista delle festa natalizie sarà il pane e le sue tante varianti regionali. Ma quali sono le tipologie di pane più apprezzate, esclusi i formati più comuni? In base al sondaggio a risposta multipla, realizzato su un campione di 500 persone tra i 18 e i 65 anni, a svettare nelle preferenze sono i DOP e gli IGP. Questa la top 10.

- Pane di Altamura DOP, regione Puglia (92% delle preferenze): conosciuto in tutto il mondo soprattutto per la sua durevolezza grazie alla quale può mantenere le sue proprietà organolettiche anche per 10 giorni;
- Pane di Matera IGP, regione Basilicata (87%): dalla classica forma a cornetto, la pagnotta racchiude in sé tutte le eccellenze del territorio lucano, con le quali si accompagna a meraviglia;
- Pane Toscano DOP, regione Toscana (82%: per la sua consistenza e la mollica caratterizzata dall'assenza di sale, è ideale per accompagnare salumi e formaggi saporiti e molto altro;
- Pane Casereccio di Genzano IGP, regione Lazio (79%): ideale per essere abbrustolito e condito con aglio sfregato, sale e olio d'oliva per la preparazione della classica bruschetta;
- Coppia Ferrarese IGP, regione Emilia-Romagna (77%): perfetto connubio tra food e design, con un cuore morbido al centro che unisce due pezzi di pasta lavorati a forma di cornetti;
- Pagnotta del Dittaino DOP, regione Sicilia (75%: riesce a mantenere inalterate le sue caratteristiche sensoriali anche per 5 giorni e, tagliata a fette sottili, va benissimo anche per la prima colazione;
- Pane di Platì, regione Calabria (72%: prodotto tipico calabrese, è ottimo da gustare caldo, condito con olio, sale e origano, oppure è ideale per bruschette o inzuppato nelle minestre;
- Pane dei Camaldoli (Pane del Cafone), regione Campania (70%): pane di antichissima tradizione della cultura culinaria partenopea e campana che prende il nome dalla collina situata nella parte nord-ovest di Napoli;
- Bovolo, regione Veneto (68%): dalla caratteristica forma a chiocciola, con la crosta poco spessa e la mollica morbidissima, è gustosissimo farcito con salsicce, peperoni e primo sale;
- Biova Piemontese; regione Piemonte (66%): un altro pane ideale da panino per la sua forma panciuta, la crosta sottile e la mollica poco densa; ottimo con peperoni, acciughe e salsa verde.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Reddito di Cittadinanza, in 24 trovano lavoro: ecco cosa faranno

  • Coronavirus, Campania zona gialla da lunedì 18 gennaio: l'indice Rt è inferiore a 1

  • Grave lutto scuote Napoli, muore 24enne incinta al quarto mese

  • Grave lutto per Salvatore Esposito: “Il Covid se l'è portato via”

  • Il gelo invade la Campania: arriva la prima neve su Napoli

  • Campania zona gialla, ristoranti e bar con servizio al tavolo e al via i saldi invernali

Torna su
NapoliToday è in caricamento