Cucina

Gina Pizza: nuova apertura per il maestro pizzaiolo Giuseppe Pignalosa

Dopo Ercolano e Portici, arriva un terzo punto di delivery a San Giorgio a Cremano, esclusivamente dedicato alla pizza d’asporto

In meno di 12 mesi dalla sua nascita la catena “Gina Pizza” – così chiamata in onore della regina della pizza, la margherita- ideata nel pieno del primo lockdown 2020 dal maestro pizzaiolo Giuseppe Pignalosa, giunge alla sua terza apertura.

Dopo Ercolano e Portici, apre infatti anche a San Giorgio a Cremano in via Martiri di Pietrarsa, 10 – nei pressi della piazza dedicata a Massimo Triosi.

“E’ stata un’apertura più volte rimandata per via delle restrizioni Covid- spiega Pignalosa- ma per vedere sempre tutto in positivo questo ci ha permesso di ragionare meglio su alcuni dettagli dell’arredamento e del servizio”.

Gina Pizza, infatti, pur essendo un ambiente in cui è possibile solo ritirare le pizze e non degustarle, è pervasa da colori studiati e da elementi di design che la rendono un luogo assolutamente piacevole alla vista.

Campeggia anche qui la Madonna di Banksy e la scritta al neon “La pizza è sacra”, in omaggio all’artista internazionale che ha regalato a Napoli una bellissima Madonna oggi ancora visibile in Piazza Gerolomini.

Ma perché aprire tre punti di asporto?

“La pizza è un alimento che deve arrivare in maniera perfetta nel piatto del cliente, e l’unico modo per garantire il mantenimento delle sue caratteristiche è prevedere un raggio massimo di consegna che non superi i 20 minuti da quando la sforniamo. Inoltre, proprio per questa esigenza, ho ideato un impasto apposito ed anche un packaging di qualità”.

Pignalosa ha anche delle pizzerie classiche, note per la qualità dei suoi ingredienti che ritroviamo, tutti, presenti anche nelle preparazioni di Gina Pizza.

“La qualità dei prodotti locali è irrinunciabile. Scelgo personalmente i miei fornitori e anche per Gina Pizza uso le farine del Mulino Caputo, fiordilatte di Latteria Sorrentina, pomodori Fiammante, olio cilentano, beverage di Perrella. E ho voluto portare anche qui il forno elettrico della OEM, Officine Elettromeccaniche Mantova. Insomma: squadra che vince non si cambia!”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gina Pizza: nuova apertura per il maestro pizzaiolo Giuseppe Pignalosa

NapoliToday è in caricamento