Frittata di friggiarielli: la ricetta napoletana

Una variante originale della classica frittata che può essere servita come secondo o come sfizioso antipasto

Protagonisti di questa squisita ricetta sono i peperoncini verdi, una variante di peperoncini tipici del Sud Italia. Solitamente vengono raccolti prima della loro completa maturazione e per questo hanno un colorito verde acceso. Sono anche chiamati “friggiarielli” o “puparuncielli ‘e ciummo” (peperoncini di fiume) perché crescono tipicamente nella vicinanze dei fiumi. Nonostante il loro sapore un pò amarognolo, sono considerati una vera e propria istituzione della cucina napoletana. A Napoli si friggono solitamente nell’olio bollente con i pomodorini, l’aglio e il basilico, e vengono serviti come contorno per accompagnare secondi di carne o per condire la pasta, ma vengono aggiunti, fritti, anche alla frittata, per renderla ancor più saporita. Di seguito vi elenchiamo gli ingredienti e spiegamo il procedimento per prepararla.

Ingredienti:

  • 1/2 kg di peperoncini verdi
  • 6 uova
  • formaggio
  • pepe
  • sale
  • olio di semi

Procedimento:

Lavate i peperoncini e privateli del picciolo. Metteteli a friggere in poco olio con lo spicchio di aglio tagliato a metà. A parte sbattete le uova e versate il battuto sui peperoncini. In una teglia che non attacca versate il tutto e fate cuocere a fuoco moderato da entrambe le parti come una comune frittata.

Fonte della ricetta: “Frijenno magnanno. Le mille e una… ricetta”, raccolta di ricette tipiche campane presentata da Luciano De Crescenzo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, quali sono i sintomi spia e cosa tenere in casa: risponde il medico di base

  • Tutto sulla dieta che ha restituito a Fiorello la sua forma smagliante

  • Fuga d'amore a Dubai per Tony e Tina Colombo: le foto bollenti

  • Cade dal balcone di casa: 40enne trasportata in gravi condizioni in ospedale

  • Paura a Scampia, esplosione in un appartamento: fiamme devastano abitazione

  • Il Tar boccia il ricorso contro l'ordinanza regionale: le scuole restano chiuse

Torna su
NapoliToday è in caricamento