Lunedì, 20 Settembre 2021
Cucina

Cefalo “arreganato”: la ricetta napoletana

Un secondo piatto di pesce, leggero e delicato, ideale per un pranzo o una cena in compagnia

Il cefalo, detto anche muggine, è un pesce molto delicato e ricco di Omega 3. Ricorda vagamente la spigola ed è molto consumato dai napoletani. Sono tanti i modi in cui poterlo cucinare, oggi vi proponiamo il “cefalo arreganato”: il pesce viene insaporito da con un condimento, tipico partenopeo, a base di olio, vino bianco, sale, aglio e origano (se piace può essere aggiunto anche del pangrattato). Una ricetta facile, veloce e salutare, ideale per un pranzo o una cena in compagnia. Vediamo quali sono gli ingredienti e i passaggi per prepararlo.

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 cefali da 600 gr
  • 1 bicchiere di vino bianco da cucina
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 pizzico di origano essiccato
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe

Procedimento:

Pulite, eviscerate e sfilettate il cefalo. Lavatelo sotto acqua corrente per eliminare il sangue in eccesso e gli odori. In un tegame fate soffriggere l’aglio in un filo di olio e, appena imbiondito, aggiungete i cefali sfilettati (o interi, se preferite) abbassando la fiamma. Sfumate con il vino bianco. Aggiungete due mestoli di acqua e lasciate cuocere per 10 minuti. Aggiustate di sale e di pepe, unite l’origano lasciando insaporire per qualche minuto. Servite caldo.

Fonte della ricetta: “La cucina napoletana” di Eduardo Estatico e Gerardo Gagliardi

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cefalo “arreganato”: la ricetta napoletana

NapoliToday è in caricamento