Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca Chiaia / Via Francesco Caracciolo

Ztl, paradiso e inferno: le due facce del dispositivo

Tranquillità nell'aria off limits alle auto, blocchi a piazza Municipio e piazza Sannazaro. Ieri de Magistris tra gli aquiloni: dai cittadini il ringraziamento per il lungomare pedonalizzato

De Magistris con un aquilone su Via Caracciolo © Tm NewsInfophoto

Lodi e critiche per la Ztl straordinaria prorogata fino al 31 maggio. Un vero e proprio paradiso nell'aria off limits alle auto, mentre si scatena l'inferno a causa del traffico lungo il perimetro, con blocchi a piazza Municipio e piazza Sannazaro.

Ieri, 25 aprile. Come racconta la Repubblica, il sindaco de Magistris arriva intorno alle 12 sul lungomare. Volano gli aquiloni, la gente lo avvicina, lo saluta. Tutti lo ringraziano per il lungomare pedonalizzato.

Meno felici i commercianti. "La Ztl così come è stata concepita non ha prodotto gli effetti desiderati. Non c’è mediazione. Si sta assistendo ad una desertificazione progressiva del centro storico specialmente nelle ore pomeridiane", ha spiegato Rosario Ferrara, presidente del centro commerciale Toledo Santo Spirito, che fa riferimento alla Confcommercio di Napoli, guidata da Pietro Russo. Anche perché "nelle giornate di pioggia è praticamente impossibile arrivare al centro con i mezzi pubblici. Nelle aree immediatamente adiacenti alla Ztl si sta assistendo ad una “moria” di esercizi commerciali: solo nell’ultima settimana ben tre esercizi su via Tarsia hanno abbassato le saracinesche".


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ztl, paradiso e inferno: le due facce del dispositivo

NapoliToday è in caricamento