Cronaca Chiaia / Via Francesco Caracciolo

Ztl "illegittima" e America’s Cup, azioni legali in vista

Lo fanno sapere sei movimenti e associazioni apartitiche impegnate per il miglioramento della città. Dal dossier stilato da Insorgenza civile emergono quesiti di natura tecnica e anche politica

Ztl

Azioni legali in vista contro la Ztl istituita sul lungomare in occasione dell’America's Cup. Lo fanno sapere sei movimenti e associazioni apartitiche impegnate per il miglioramento della città. Dal dossier stilato da Insorgenza civile emergono quesiti di natura tecnica e anche politica. Mentre il Comitato civico Posillipo presenta un ricorso al Tar perché, come spiegaIsabella Guarini, "eliminare con un’ordinanaza sindacale sei chilometri di strada è un’illeggitimità".

Lucio Mauro, membro della stessa associazione, sostiene che "nessuna città al mondo chiuderebbe completamente le strade. Solo a Napoli si è utilizzata questa iniziativa senza contare i rallentamenti dei lavori nei cantieri del metrò". Numerosi e ormai fin troppo conosciuti i disagi riscontrari dai napoletani.


Per non parlare dei commericianti sul piede di gierra. Secondo Pietro Russo, presidente della Confcommercio Napoli, "rispetto a un anno fa, il commercio al dettaglio a Chiaia registra una flessione dell’80 per cento e i pubblici esercizi un calo che va dal 60 per cento nelle aree confinanti con la Ztl fino al 90 nelle zone interne".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ztl "illegittima" e America’s Cup, azioni legali in vista

NapoliToday è in caricamento