menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Zoo di Napoli

Zoo di Napoli

Zoo di Napoli vs Striscia la Notizia: "Gli animali stanno bene"

Dopo un sopralluogo arriva la risposta alle accuse mosse anche da animalisti e Lav. I veterinari: "Buone condizioni fisiche e psichiche". Ma il tg satirico torna all'attacco

"Buone le condizioni fisiche e psichiche degli animali" ospitati dallo zoo di Napoli. Sarebbe questo il risultato di un sopralluogo effettuato dai tecnici dell’Asl insieme ai veterinari dell’Oipa (Organizzazione internazionale protezione animali), al commissario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e Piero Cipollaro (Italia Animalista in Movimento). A riferirlo è Giuliana Covella dalle pagine de Il Mattino.

Nonostante gli spazi angusti, gli animali starebbero bene perché questo sarebbe ormai il loro habitat naturale. Questa la risposta dei partecipanti al sopralluogo ad un servizio choc girato da Striscia La Notizia all'interno della stazione zoologica e andato in onda il 6 febbraio. Servizio in cui si denunciavano le cattive condizioni in cui versano gli animali e in generale il degrado e l'abbandono in cui versa lo zoo. A denunciare la situazione nelle ultime settimane, erano state anche le associazioni LAV e Veg in Campania

Il noto tg satirico di Canale 5, viene quindi accusato di non aver "rappresentato in modo non corretto lo stato degli esemplari presenti nella struttura, come denunciato anche dal giudice delegato del fallimento Nicola Graziano". Per il giudice, infatti, le immagini mostrate da Striscia sarebbero datate e non corrisponderebbero alla situazione attuale dello zoo.

"I lichi del Nilo non solo stanno bene ma hanno accettato nel branco il cucciolo appena nato. I cammelli, madre e figlia, sono in perfetta forma. Come i leoni, che hanno formato il branco e sono regolarmente visitati e nutriti con apposita dieta a base di carne. Così le tigri, per le quali resta grave la questione delle gabbie anguste, vincolate dalla Soprintendenza che non ha mai autorizzato l’abbattimento". Sono queste le parole di Borrelli e Cipollaro che si leggono ancora sul Mattino.

Ma da Striscia non ci stanno e, per dimostrare che le immagini sono recentissime, l'inviato Edo Stoppa torna allo zoo il 9 febbraio (il servizio è andato in onda ieri sera, lunedì 11 febbraio), mostrando nuovamente aree degradate e abbandonate, animali in spazi troppo angusti, edifici pericolanti, aree non transennate e mancanza quasi completa di controlli, cosa che consente ai turisti di entrare con sacchetti della spesa e dare da mangiare (cosa proibita) agli animali (persino ai leoni). Ci sono addirittura lucchetti aperti che consentono di avvicinarsi troppo e pericolosamente ai felini. Insomma, la polemica sembra tutt'altro che sedata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Attualità

Supplica alla Madonna di Pompei: il testo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cura della persona

    Come usare il blush per riequilibrare la forma del viso

  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento