menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pasqua in zona rossa: tutto quello che c'è da sapere

Cosa cambia per la Campania e per il resto d'Italia durante le festività

La Pasqua è sempre più vicina ed anche la Campania sarà destinata a viverla in zona rossa. In realtà, salvo sorprese dell'ultimo minuto, la Campania dovrebbe restare nelo "status" di zona rossa permamente e che ormai le riguarda da tre settimane. Ma per le feste pasquali le cose cambiano, visto che la stretta sarà estesa all'intero territorio nazionale.

Tutti in "zona rossa"

Dal 3 al 5 aprile e quindi anche a Pasqua e Pasquetta tutta Italia sarà zona rossa. Tutta Italia "eccetto le zone bianche", ha precisato il ministro della Salute. Spostamenti nelle Regioni arancioni e in tutta Italia nei giorni 3, 4 e 5 aprile è "consentito, in ambito comunale, lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata, una volta al giorno", tra le 5 e le 22, "e nei limiti di due persone ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la responsabilità genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi". Resta il divieto di spostamento nelle zone rosse tra comuni diversi (a eccezione dei motivi di necessità e lavoro). 

Chiusura per lungomari e piazze

La Regione ha pubblicato, a firma Vincenzo De Luca, l'Ordinanza n.10 del 21 marzo 2021. Il provvedimento, nel novero delle decisioni atte a contenere l'emergenza da Covid-19, dispone la proroga delle misure adottate nelle precedenti ordinanze 7,8 e 9 del 2021, adesso con decorrenza dal 22 marzo 2021 e fino al 5 aprile.

Tra le misure confermate il divieto di svolgimento di fiere e mercati per la vendita al dettaglio - anche quelli rionali e settimanali - disposto dall’art.45 del Dpcm 2 marzo 2021. Sul territorio regionale le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici in prossimità o all’interno di aree mercatali sono consentite, ma esclusivamente dove svolte in negozi/box e purché sussista la possibilità di contingentare gli accessi.

Altra misura confermata, la chiusura al pubblico - salvo che nella fascia oraria 7.30/8.30 - di parchi urbani, ville comunali, giardini pubblici, lungomari e piazze, con la precisazione che sono consentiti esclusivamente l’accesso e il transito motivati da comprovate esigenze di lavoro o di necessità, ivi comprese quelle collegate all’accesso agli esercizi commerciali aperti e alle abitazioni private, nonché al relativo deflusso.?

Le attività che in zona rossa resteranno aperte

Secondo il Dpcm dello scorso 2 marzo, primo dell'era Draghi, sono sospese le attivita' commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attivita' di vendita di generi alimentari e di prima necessita' indicate di seguito, sia negli esercizi di vicinato sia nelle medie e grandi strutture di vendita, anche ricompresi nei centri commerciali, purche' sia consentito l'accesso alle sole predette attivita' e ferme restando le chiusure nei giorni festivi e prefestivi.

Sono sospese, inoltre, le attività legate ai servizi alla persona, tranne le seguenti: Lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia; lavanderie industriali; lavanderie, tintorie; servizi di pompe funebri e attività connesse. Quindi, restano chiusi parrucchieri, barbieri e centri estetici.

Zona rossa: cosa cambia per gli spostamenti

Tornando alle attività commerciali, questa la lista completa di quelle autorizzate a restare aperte:

  1. Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati con prevalenza di prodotti alimentari e bevande (ipermercati, supermercati, discount di alimentari, minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimenti vari)
  2. Commercio al dettaglio di prodotti surgelati
  3. Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici
  4. Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici ateco: 47.2), ivi inclusi gli esercizi specializzati nella vendita di sigarette elettroniche e liquidi da inalazione
  5. Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati
  6. Commercio al dettaglio di apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4)
  7. Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiali da costruzione (incluse ceramiche e piastrelle) in esercizi specializzati x Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari
  8. Commercio al dettaglio di macchine, attrezzature
  9. Commercio al dettaglio di articoli per l'illuminazione e sistemi di sicurezza in esercizi specializzati
  10. Commercio al dettaglio di libri in esercizi specializzati
  11. Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici
  12. Commercio al dettaglio di articoli di cartoleria e forniture per ufficio
  13. Commercio al dettaglio di confezioni e calzature per bambini e neonati
  14. Commercio al dettaglio di biancheria personale
  15. Commercio al dettaglio di articoli sportivi, biciclette e articoli per il tempo libero in esercizi specializzati
  16. Commercio di autoveicoli, motocicli e relative parti ed accessori
  17. Commercio al dettaglio di giochi e giocattoli in esercizi specializzati
  18. Commercio al dettaglio di medicinali in esercizi specializzati (farmacie e altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica)
  19. Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati
  20. Commercio al dettaglio di cosmetici, di articoli di profumeria e di erboristeria in esercizi specializzati
  21. Commercio al dettaglio di fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti
  22. Commercio al dettaglio di animali domestici e alimenti per animali domestici in esercizi specializzati
  23. Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia
  24. Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento
  25. Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini
  26. Commercio al dettaglio di articoli funerari e cimiteriali
  27. Commercio al dettaglio ambulante di: prodotti alimentari e bevande; ortofrutticoli; ittici; carne; fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti; profumi e cosmetici; saponi, detersivi ed altri detergenti; biancheria; confezioni e calzature per bambini e neonati
  28. Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet, per televisione, per corrispondenza, radio, telefono
  29. Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici

L'autocertificazione

I cittadini dovranno giustificare i propri spostamenti con l'autocertificazione su modulo prestampato. Il modulo può essere scaricato e compilato autonomamente, ma lo stesso è anche in dotazione alle forze dell'ordine chiamate ad effettuare i controlli sul territorio. Per scaricare il modulo, cliccare qui.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento