La Campania si risveglia zona rossa: tutte le regole da seguire

Necessaria per gli spostamenti l'autocertificazione. Cosa si può fare e cosa no e cosa rischia chi non rispetta le regole

Zona rossa, poca gente in strada a Napoli (Foto De Cristofaro)

Oggi 15 novembre è entrata in vigore anche per la Campania la zona rossa. La pandemia da Covid-19 ha toccato picchi preoccupanti in particolare nelle ultime settimane. In Campania sono 107mila i positivi totali da quando è scoppiata l'epidemia, con 994 decessi. Gli ospedali fanno fatica e il personale sanitario è sotto pressione da troppo tempo. A differenza di quanto avvenne nella prima ondata, la popolazione si è dimostrata meno responsabile a Napoli e provincia, con assembramenti registratisi anche ieri in diverse zone della città. Al Vomero ieri momenti di tensione quando una donna, esasperata per la propria condizione economica, dopo aver perso il lavoro da barista, ha iniziato a sputare contro i passanti in via Scarlatti. Solo l'intervento della Polizia Municipale ha ristabilito (a fatica) l'ordine.

Questa mattina invece poca gente in strada su lungomare e centro storico. Qualche presenza in più al Vomero, ma molto limitata rispetto alle altre domeniche. Ci sono in giro soprattutto famiglie con bambini e anziani. Nell'area mercatale del Vomero file disciplinate e composte. Presenti pattuglie di controllo anti Covid che verificare il possesso e i contenuti delle autocertificazioni.

 

VIDEO DALLA ZONA ROSSA

Cosa si può fare e cosa no

Ecco quali sono le restrizioni imposte ai cittadini che vivono nelle regioni zone rosse.

Si può uscire dalla Regione solo per comprovate esigenze: lavoro, salute, emergenze (anche di altre persone che si intende raggiungere).

Si può entrare in Regione solo per comprovate esigenze. 

In questi casi va utilizzata l'autocertificazione (in allegato in basso), così come in tutti i casi di spostamento per comprovate esigenze. 

E' vietato ogni spostamento all'interno del territorio salvo che per comprovate esigenze (vietato quindi anche lo spostamento fra diversi comuni). 

Sono consentiti gli spostamenti necessari per assecondare lo svolgimento della didattica in presenza (ad esempio, accompagnare i figli a scuola se le scuole prevedono la didattica in presenza).

Chiusi musei, mostre, teatri e cinema. 

Sospesa l'attività sportiva nei centri, consentita quella all'aperto e in forma individuale (jogging, bici, passeggiata - da soli e in prossimità dell'abitazione).

Elenco attività aperte e chiuse

Chiusi i mercati di generi non alimentari.

Sono sospese le attività commerciali al dettaglio (abbigliamento e calzature per adulti, pellicceria.. etc)

Potranno restare aperte le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità di cui al presente elenco:

Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati con prevalenza di prodotti alimentari e bevande (ipermercati, supermercati, discount di alimentari, minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimenti vari).

Commercio al dettaglio di prodotti surgelati.

Edicole

Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici.

Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici ateco: 47.2), ivi inclusi gli esercizi specializzati nella vendita di sigarette elettroniche e liquidi da inalazione.

Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati.

Commercio al dettaglio di apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4).

Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiali da costruzione (incluse ceramiche e piastrelle) in esercizi specializzati.

Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari.

Commercio al dettaglio di macchine, attrezzature e prodotti per l’agricoltura e per il giardinaggio.

Commercio al dettaglio di articoli per l’illuminazione e sistemi di sicurezza in esercizi specializzati.

Commercio al dettaglio di libri in esercizi specializzati.

Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici.

Commercio al dettaglio di articoli di cartoleria e forniture per ufficio.

Commercio al dettaglio di confezioni e calzature per bambini e neonati.

Commercio al dettaglio di biancheria personale.

Commercio al dettaglio di articoli sportivi, biciclette e articoli per il tempo libero in esercizi specializzati.

Commercio di autoveicoli, motocicli e relative parti ed accessori.

Commercio al dettaglio di giochi e giocattoli in esercizi specializzati.

Commercio al dettaglio di medicinali in esercizi specializzati (farmacie e altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica).

Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati.

Commercio al dettaglio di cosmetici, di articoli di profumeria e di erboristeria in esercizi specializzati.

Commercio al dettaglio di fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti.

Commercio al dettaglio di animali domestici e alimenti per animali domestici in esercizi specializzati.

Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia.

Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento.

Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini.

Commercio al dettaglio di articoli funerari e cimiteriali

Commercio al dettaglio ambulante e in sede fissa di: prodotti alimentari e bevande; ortofrutticoli; ittici; carne; fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti; profumi e cosmetici; saponi, detersivi ed altri detergenti; biancheria; confezioni e calzature per bambini e neonati.

Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via Internet, per televisione, per corrispondenza, radio, telefono.

Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici.

Chiusa l’attività di bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie: resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio, nonché fino alle ore 22.00 la ristorazione con asporto (il chiarimento per queste attività).

In merito alle attività inerenti i servizi alla persona potranno restare aperte le seguenti attività:

lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia;

attività delle lavanderie industriali;

altre lavanderie, tintorie;

servizi di pompe funebri e attività connesse

Autocertificazione

La circolazione a piedi o con mezzi di trasporto è vietata a meno di motivi di salute e per comprovate esigenze di lavoro. Nell'autocertificazione, necessaria, bisogna inserire il civico dal quale si parte e il civico di destinazione, oltre alla motivazione dello spostamento. La multa per chi non rispetta le regole è di 400 euro.

Autodichiarazione zona rossa-2 

40 DOMANDE E RISPOSTE SULLE REGOLE DA SEGUIRE NELLA ZONA ROSSA

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, quali sono i sintomi spia e cosa tenere in casa: risponde il medico di base

  • Tutto sulla dieta che ha restituito a Fiorello la sua forma smagliante

  • Fuga d'amore a Dubai per Tony e Tina Colombo: le foto bollenti

  • Cade dal balcone di casa: 40enne trasportata in gravi condizioni in ospedale

  • Paura a Scampia, esplosione in un appartamento: fiamme devastano abitazione

  • Il Tar boccia il ricorso contro l'ordinanza regionale: le scuole restano chiuse

Torna su
NapoliToday è in caricamento