Zona rossa in tutta Italia dalla vigilia di Natale al 7 gennaio: Campania gialla per 7 giorni?

L'esecutivo sembra intenzionato ad adottare misure molto restrittive per contenere i contagi Covid. Attesa anche per le decisioni sulla Campania dove i dati sui contagi appaiono in miglioramento

Si è concluso il vertice con i governatori e l'esecutivo sembra intenzionato ad adottare misure molto restrittive per contenere i contagi Covid, visto l'ancora alto numero di decessi che si registrano in Italia. Per l'ufficialità bisognerà attendere al massimo domani. A sostegno di maggiori restrizioni, riferisce l’agenzia Dire, ci sarebbero anche i rapresentanti del Lazio, Friuli Venezia Giulia, Molise e Marche. A sostenere la necessità di una zona rossa nazionale anche i ministri Boccia e Roberto Speranza che non da oggi insistono per restrizioni più dure.

Zona rossa nelle festività natalizie

La decisione come riporta Today sarebbe ormai stata presa: zona rossa dal 24 dicembre al 7 gennaio. Negozi chiusi, ristoranti, pasticcerie e bar aperti solo per l'asporto e autocertificazione per qualsiasi spostamento. 

Campania zona gialla?

La Campania sta facendo registrare dati in netto miglioramento per quanto concerne i contagi nelle ultime settimane, con un tasso tamponi/positivi sceso al 7% costantemente negli ultimi giorni e con i dati sulla mortalità tra i più bassi d'Europa. In teoria tra il 18 e il 20 dicembre dovrebbe diventare zona gialla la nostra regione, ma non ci sono per il momento notizie ufficiali al riguardo e si teme che, come già accaduto nel weekend scorso, nel prossimo fine settimana possano verificarsi assembramenti pericolosi e dunque non sono escluse decisioni a sorpresa dal Governo.

Rischio terza ondata

Negli ospedali c’è un calo dei ricoveri ma se non rispettiamo le regole, l’ipotesi della terza ondata è sempre più forte e pericolosa. Il vaccino è uno spiraglio di fiducia e l’ospedale Cotugno diventerà un punto vaccinale importante”. A dichiararlo è Maurizio di Mauro, Direttore generale dell’Azienda ospedaliera dei Colli, ai microfoni di Radio Crc. “Il virus non si è attenuato ma le misure restrittive hanno fatto sì che diminuisse la corsa al Pronto Soccorso. Abbiamo già iniziato una campagna di informazione per sensibilizzare a fare il vaccino. Dagli operatori sanitari alle RSA, con la vaccinazione ci sarà l’immunità per evitare la diffusione del contagioSono d'accordo con la visione del Governatore De Luca. Dobbiamo adottare misure restrittive per evitare che durante le festività le persone si riversino in strada. La terza ondata sarebbe drammatica anche per circoscrivere il virus”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Reddito di Cittadinanza, in 24 trovano lavoro: ecco cosa faranno

  • Coronavirus, Campania zona gialla da lunedì 18 gennaio: l'indice Rt è inferiore a 1

  • Grave lutto scuote Napoli, muore 24enne incinta al quarto mese

  • Grave lutto per Salvatore Esposito: “Il Covid se l'è portato via”

  • Il gelo invade la Campania: arriva la prima neve su Napoli

  • Campania zona gialla, ristoranti e bar con servizio al tavolo e al via i saldi invernali

Torna su
NapoliToday è in caricamento