Campania zona gialla ma con regole più stringenti: le attuali disposizioni

Le regole decise per le regioni "zona gialla" sono uniformi e dettate dal Governo, ma i Presidenti regionali hanno potere di emanare ordinanze più stringenti. In Campania è già operativa un'ordinanza di questo tipo e riguarda le scuole

Con il nuovo Dpcm in vigore da domani 6 novembre subentrano ulteriori restrizioni per i cittadini campani, la cui regione d'appartenenza viene classificata come "gialla". Fino al 3 dicembre ci si potrà spostare liberamente entro le ore 22 (consentendo gli spostamenti dopo quell'ora solo per comprovate esigenze che dovranno essere provate con l'autodichiarazione), si potrà andare al bar e al ristorante fino alle 18 (restano consentite le consegne a domicilio e - fino alle 22 - gli acquisti da asporto), non si potrà andare più in musei - erano già stati chiusi cinema e teatri. Chiudono anche i centri commerciali nei giorni festivi. Queste regole possono diventare ancora più stringenti: il Governatore di ciascuna regione ha infatti il potere di emettere ordinanze più restrittive se lo ritiene. E in Campania è già così, in particolare su un punto.

Scuola

Il nuovo Dpcm prevede infatti la sospensione dell'attività didattica in presenza per le scuole superiori. Resta invece la didattica in presenza per elementari e medie, ma gli studenti dovranno portare la mascherina. In Campania, però, vige l'ultima ordinanza firmata dal Governatore Vincenzo De Luca, emessa il 30 ottobre e valida fino a sabato 14 novembre. Secondo l'ordinanza l'attività didattica in presenza è sospesa anche per la scuola primaria e la scuola dell'infanzia. Dunque studenti di elementari e medie restano a casa, con la didattica a distanza, e anche i piccoli allievi degli asili. E' fatta eccezione solo per - recita l'ordinanza - "lo svolgimento delle attività destinate agli alunni affetti da disturbi dello spettro autistico e/o diversamente abili, il cui svolgimento in presenza è consentito previa valutazione, da parte dell’Istituto scolastico, delle specifiche condizioni di contesto è altresì confermata la sospensione delle attività didattiche e di verifica in presenza (esami di profitto e verifiche intercorso) nelle Università, fatta eccezione per quelle relative agli studenti del primo anno, ove già programmate in presenza dal competente Ateneo". 

Leggi l'ordinanza scolastica in vigo

Secondo quanto riportato da 'Orizzonte Scuola', il presidente De Luca potrebbe a breve emettere una nuova ordinanza per ribadire quanto già stabilito sulle scuole dell'infanzia e primaria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Reddito di Cittadinanza, in 24 trovano lavoro: ecco cosa faranno

  • Coronavirus, Campania zona gialla da lunedì 18 gennaio: l'indice Rt è inferiore a 1

  • Grave lutto scuote Napoli, muore 24enne incinta al quarto mese

  • Grave lutto per Salvatore Esposito: “Il Covid se l'è portato via”

  • Il gelo invade la Campania: arriva la prima neve su Napoli

  • Campania zona gialla, ristoranti e bar con servizio al tavolo e al via i saldi invernali

Torna su
NapoliToday è in caricamento