Cronaca Ponticelli / Via Argine

Whirlpool, due anni fa l'inizio della vertenza. Gli operai: “Il Governo batta un colpo”

Nell'anniversario della comunicazione dell'azienda che avrebbe dismesso il sito di via Argine, i sindacati chiedono risposte

"Oggi a due anni dall'inizio dell'incubo per le 350 famiglie di via Argine, un'assemblea pubblica per chiedere al governo il cambio di passo tanto annunciato e far rispettare l'impegno che l'azienda nel 2018, ad un tavolo ministeriale, prese con tutto il Paese. Impensabile che non si rispettano gli accordi tra ministero ed aziende. Non è accettabile che una multinazionale si impegni e il governo e la politica non controllino. Si tratta del rispetto delle istituzioni".

È quanto afferma Biagio Trapani, segretario generale della Fim Cisl Napoli. "Ricordiamo che il mercato dell'elettrodomestico è ritornato a fiorire, la stessa Whirlpool attraversa un momento assai florido. Tutta la città è stretta intorno al sito di via Argine che rappresenta un baluardo di legalità. Napoli - conclude Trapani - non può subire questo scippo, vorrebbe dire che il continuo parlare del rilancio del Sud è solo chiacchiericcio e che il famoso cambio di passo promesso dal nuovo governo non c'è stato".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Whirlpool, due anni fa l'inizio della vertenza. Gli operai: “Il Governo batta un colpo”

NapoliToday è in caricamento