Whirlpool, la città è con i lavoratori: decine di striscioni sui balconi

"Decine di messaggi – spiegano gli stessi operai – contro l'indifferenza e contro la rassegnazione"

Napoli si schiera al fianco dei lavoratori della Whirlpool, che rischiano di perdere il loro lavoro per la decisione dell'azienda di vendere lo stabilimento di via Argine.

Su diversi balconi della città, infatti, sono apparsi striscioni che solidarizzano con i dipendenti. "Decine di messaggi – spiegano gli stessi operai – contro l'indifferenza e contro la rassegnazione, a partire da una zona come quella di Napoli Est, che ha già subito un pesantissimo processo di desertificazione industriale".

"Tanti – vanno avanti in un comunicato i lavoratori – hanno deciso di partecipare alla cena di solidarietà organizzata sabato da 'Potere al popolo', utilizzando questo momento per preparare cartelli e striscioni e dire, casa per casa, strada per strada, 'nessun licenziamento, né a Napoli né altrove'".

Nel frattempo il ministro del Lavoro Luigi Di Maio ha sottolineato come ad oggi l'azienda abbia preso l'impegno di restare a Napoli. Parole per le quali - spiega - "non c'è ancora da festeggiare", ma che considera un passo avanti nella trattativa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

Torna su
NapoliToday è in caricamento