Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Whirlpool, operai occupano l'A3 ad oltranza: "Vogliamo parlare con Conte"

Lavoratori in agitazione dalla mattina per la chiusura dello stabilimento prevista il 31 ottobre: "Il Governo conosce solo la versione dell'azienda. Vogliamo essere ascoltati o non andremo via"

 

Continuerà ad oltranza la protesta dei lavorati Whirlpool che sono in agitazione da questa mattina. I lavoratori hanno occupato l'autostrada A3 Napoli-Salerno e non hanno intenzione di andare via, almeno fino a quando non avranno notizie dal Governo. "Non ci interessa sapere se sono in programma nuovi incontri - dicono - vogliamo essere convocati da Conte, altrimenti non andremo via". L'accesso all'autostrada è interdetto dalla polizia municipale, mentre le automobili e i mezzi pesanti presenti al momento dell'occupazione sono ancora incolonnati. 

La chiusura dello stabilimento di via Argine della multinazionale è prevista per il 31 ottobre, dopo 18 mesi di trattative e proteste. Le rassicurazioni del Governo, prima con Luigi Di Maio e poi con Patuanelli, non hanno condotto a una risoluzione positiva della vertenza. "La mobilitazione terminerà quando torneremo a produrre lavatrici - spiegano gli operai - Il Governo conosce solo la versione dell'azienda, ma noi sappiamo che la realtà è diversa. Gli ordini sono aumentati in tutta Italia e solo Napoli verrà spazzata via".  

Aggiornamenti

Il blocco è stato rimosso dopo 8 ore con l'ok di Conte ad un incontro con una rappresentanza dei lavoratori.

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento