rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023

Ex Whirlpool, stop alla ricollocazione: "Il Consorzio vuole aspettare il nuovo Governo"

Brusca frenata del piano industriale. I sindacati: "Non possiamo attendere, valutare l'interesse di altri soggetti"

Si è atteso così tanto tempo che le condizioni di partenza sono cambiate. Non è la prima volta che accade per gli ex lavoratori della Whirlpool di Napoli che hanno assistito a una brusca frenata del progetto di rilancio industriale e ricollocazione lavorativa. Uno scenario che li ha riportati in presidio all'esterno della Prefettura, in attesa di un incontro con le istituzioni.

Era già accaduto con la caduta del primo governo Conte e con il passaggio delle consegne da Luigi Di Maio al dem Giuseppe Provenzano. Era accaduto nuovamente con la caduta del Conte 2, l'avvento di Draghi e il passaggio del faldone Whirlpool nelle mani del leghista Giorgetti. Accade ancora una volta perché il Consorzio di imprenditori che dovrebbe rilanciare il sito di Napoli Est vuole prima verificare che il Governo Meloni mantenga le promesse fatte dai predecessori. In ogni occasione si riparte da zero o quasi. Succede se i tempi di risoluzione di una vertenza cominciata tre anni fa solo biblici, con promesse mancate e lunghissime attese.

Intanto, per i lavori è già trascorso un anni di naspi, l'ammortizzatore sociale che garantisce loro un qualche introito, ma che si sta assottigliando. L'unica cosa che i sindacati hanno ottenuto è che la prossima settimana si stipulerà un accordo che prevede la cessione dell'impianto di via Argine da Whirlpool a un Ente pubblico che fungerà da custode in attesa che questo consorzio, o un altro, decida di passare dalle chiacchiere agli investimenti veri. 

C'è in gioco la vita di 370 lavoratori, ogni giorno più esasperati. Il tempo è scaduto da un pezzo. Istituzioni e industriali ricordino che se faranno passare altri anni esiste la possibilità che i Governi cambino ancora.

Sullo stesso argomento

Video popolari

Ex Whirlpool, stop alla ricollocazione: "Il Consorzio vuole aspettare il nuovo Governo"

NapoliToday è in caricamento