menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Napoli e gli antichi mestieri: ecco chi era 'o vrennajuolo

Colui che vendeva mangimi per cavalli come fieno, carrube, orzo e quella che in dialetto napoletano veniva chiamata la "vrenna", ossia la crusca. Un lavoro molto richiesto fino alla diffusione delle automobili

Tanti gli antichi mestieri ormai scomparsi e persino dimenticati. Si tratta, qualche volta, persino di professioni di grande rilevanza in tempi passati. Mestieri fondamentali per la collettività, come nel caso del "vrennajuolo".

'O vrennajuolo era colui che vendeva mangimi per cavalli come fieno, carrube, orzo e quella che in dialetto napoletano veniva chiamata la "vrenna", ossia la crusca, termine dal quale prende il nome questo particolare mestiere.

Per lungo tempo, fino alla produzione e diffusione delle automobili, si è trattato di un lavoro importante e molto richiesto visto che per spostarsi si adoperavano i cavalli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Commissario Ricciardi ritornerà: la seconda stagione non è un'utopia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento