rotate-mobile
Cronaca Ponticelli

Boato all'Ospedale del Mare, cratere nel parcheggio. "Crollo non doloso"

"Un'implosione", che pare di natura "non dolosa". È quella verificatasi all'esterno del nosocomio di Ponticelli verso le 6.30 di stamane. Non si registrano feriti

Un forte boato all’interno dell’area parcheggio visitatori dell’Ospedale del Mare di Ponticelli. È quello che si è sentito tra le 6.30 e 6.45 di questa mattina, causato da quella che pare essere stata un’implosione che ha generato una voragine di circa 2000 metri quadrati per una profondità di circa 20 metri. Un cratere vero e proprio, adiacente all'ospedale modulare recentemente creato, il Covid Center lungo via Paciolla, verso la statale.

"Non è un atto doloso"

I vigili del fuoco sono sul posto. La voragine creatasi ha inghiottito alcune auto, ma al momento pare che non siano state coinvolte persone. Da parte dei vigili del fuoco sono in corso verifiche sia per appurare l'entità dei danni e prevenire ulteriori crolli. Contrariamente alle primissime supposizioni, al momento non c’è alcun elemento che induca a fare pensare ad un atto doloso.

Crollo nel parcheggio all'Ospedale del Mare (foto Romano-NT)

L'ESTERNO DOPO LA VORAGINE | VIDEO

L'INTERVENTO DEI VIGILI DEL FUOCO | VIDEO

Boato all'Ospedale del Mare

DE LUCA: "SI TRATTA DI DISSESTO IDROGEOLOGICO

L'ipotesi sul crollo

Dai primi rilievi pare che l'implosione possa avere all'origine una perdita di vapore dei sottoservizi, che avrebbe creato un effetto di "sifonamento" generando un solco nel sottosuolo e la conseguente voragine.

Esclusa dai Carabinieri del nucleo investigativo di Napoli e della compagnia di Poggioreale presenti da questa mattina sul posto la presenza di corpi all'interno delle tre auto sprofondate nella voragine. 

Il magistrato competente ha nominato un consulente tecnico per effettuare accertamenti, effettuati dai militari anche con l'aiuto dei droni. 

Perdita di vapore: le prime ipotesi

TRE AUTO SEPOLTE NELLA VORAGINE | VIDEO

Il funzionamento dell'Ospedale del Mare

In tutto l’Ospedale del Mare al momento è stata interrotta l’alimentazione elettrica dalla cabina principale. Il presidio resta alimentato dai gruppi elettrogeni che garantiscono la piena operatività della struttura e la piena efficienza dell’attività assistenziale.

Nel più breve tempo possibile l’Asl Napoli 1 Centro ha provveduto a chiudere temporaneamente il Covid Residence per impossibilità a garantire acqua calda e energia elettrica. Trasportati altrove i sei ospiti attualmente nella struttura.

Le prime notizie

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boato all'Ospedale del Mare, cratere nel parcheggio. "Crollo non doloso"

NapoliToday è in caricamento