menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La voragine a Casalnuovo

La voragine a Casalnuovo

Voragine a Casalnuovo, camion rimosso. Sfiorata un'altra tragedia

Dopo la prima frana, avvenuta nella notte, un altro smottamento di 3 metri. Spavento tra i presenti. Rimosso il mezzo, rientrato lo sgombero per le 25 famiglie. Il cordoglio espresso del vicesindaco

La tragedia di Casalnuovo avrebbe potuto contare altre vittima oltre Raffaele Monda, 43 anni, alla guida di un autocompattatore di una ditta privata di Benevento che non è riuscito a evitare di finire all'interno dell'enorme buca.

Intorno alle 2.30 della notte, infatti, quando sul luogo c'erano i tecnici del Comune, i vigili del fuoco, il pm della Procura di Nola e i carabinieri, l'enorme buco si è ulteriormente ampliato di circa tre metri fino a toccare una vicina proprietà. Solo per un caso che non sono rimaste coinvolte altre persone tra quelle che erano lì per i primi rilievi.

Via Strettola, la traversa di Corso Umberto in cui si è aperta la voragine, risulta ora transennata e chiusa al traffico delle auto e delle persone. Grazie a due gru, è stato estratto il mezzo alla cui guida c'era la vittima. Ed è nel frattempo rientrato lo sgombero precauzionale delle venticinque famiglie che abitano in un edificio limitrofo alla voragine e fatte allontanare per consentire le operazioni di rimozione del camion.


Il vice Andrea Orefice - il sindaco di Casalnuovo Antonio Peluso è all'estero - ha espresso cordoglio della comunità per la morte dell'autista dell'autocompattatore. "Di fronte a queste tragedie - dice - il nostro pensiero va innanzitutto ai familiari della vittima, che hanno perso il proprio caro a causa di una tragica fatalità che la mente umana fatica ad accettare. Per quanto riguarda le cause della voragine, il Comune segue con attenzione le indagini in corso da parte della magistratura penale. Qualora emergessero responsabilità umane nella vicenda, non esiteremmo a costituirci parte civile nei procedimenti che saranno avviati nei confronti degli eventuali responsabili. Nel frattempo, siamo in stretto contatto con i vigili del fuoco e la Prefettura, dei quali seguiremo le indicazioni per le iniziative necessarie a garantire la sicurezza dei cittadini residenti nelle vicinanze della voragine. La tragedia ridà comunque drammatica attualità al tema della sicurezza dei cittadini. A tale riguardo indiremo una conferenza di servizi con i vari gestori delle reti per verificare il livello e la funzionalità dei dispositivi di sicurezza da ciascuno di essi approntati relativamente alla rete di competenza, per garantire per quanto possibile la prevenzione di perdite o di altri disservizi potenzialmente idonei a determinare situazioni di pericolo per la cittadinanza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento