menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dagli usurai per curare il cancro, pagare le nozze e l'auto

Tra le vittime degli usurai una donna di Ercolano che doveva pagare le cure per il fratello malato di tumore, ma anche semplici cittadini che chiedevano prestiti per acquistare una auto nuova, per giocare d'azzardo o per un matrimonio

Una donna di Ercolano era tra le quaranta vittime dell'organizzazione che gestiva l'usura in provincia di Napoli e annientate dai caribinieri.

La donna, disperata, aveva chiesto soldi in prestito agli usurai per poter curare il fratello malato di tumore.

A capo di una delle due associazioni dedite alla pratica usuraia figura un parente di Ciro Uliano, esponente del clan camorristico dei Birra di Ercolano attualmente in carcere.

Le altre vittime che si rivolgevano alla banda erano semplici cittadini non solo residenti ad Ercolano ma anche nei comuni limitrofi che chiedevano prestiti per acquistare una auto nuova, per giocare d'azzardo o semplicemente per l'organizzazione di un matrimonio.

Per le indagini si sono rivelate utili le intercettazioni ambientali e telefoniche che hanno trovato un riscontro nelle denunce presentate ai carabinieri.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento