Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Vittima di usura tenta di togliersi la vita con l'acido muriatico

Il presunto strozzino è stato arrestato questa mattina

Stretto nella morsa di uno strozzino ha tentato di togliersi la vita ingerendo acido muriatico. Salvato dall'intervento della Polizia e, dopo alcuni giorni in terapia intensiva, è stato però dimesso. Il fatto risale ad aprile e oggi, grazie alle indagini coordinate dalla Procura di Napoli Nord, gli agenti del Commissariato di Giugliano-Villaricca hanno tratto in arresto, eseguendo un'ordinanza emessa dal gip del Tribunale aversano, un 27enne residente a Qualiano (Napoli), accusato di usura e tentata estorsione.

Le indagini

Le indagini svolte dal Commissariato di Giugliano-Villaricca con la collaborazione della Compagnia della Guardia di Finanza di Giugliano in Campania, e il coordinamento della Procura di Napoli Nord, sono scattate a seguito del ritrovamento dell'uomo che, a inizio aprile, ha tentato di togliersi la vita.

E' stata quindi ricostruita l'esatta dinamica della vicenda, dalla quale è emerso che la persona offesa, priva di una stabile occupazione e in evidente stato di disagio economico, aggravato anche dall'emergenza epidemiologica in atto, aveva ottenuto dall'indagato un prestito in denaro, con l'obbligo di corrispondere, oltre al capitale, anche gli interessi, accertati essere pari al 96%.

L'arrestato, con diversi precedenti penali per reati contro il patrimonio e la persona, è stato portato nel carcere napoletano di Poggioreale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vittima di usura tenta di togliersi la vita con l'acido muriatico

NapoliToday è in caricamento