Dalle stelle alle assicurazioni, la storia di Vito Sirio: “Il mondo neomelodico mi ha distrutto i sogni”

Ha speso tutto per la musica, senza risultati. Racconta: “Ho una grande voce, e questo lo dico con orgoglio, ma adesso la utilizzo per cantare ai miei figli”

Vito Sirio

La storia di Vito Sirio, ex neomelodico, è quella di un artista dotato che ha dovuto rinunciare ai suoi sogni. "Ci ho provato in tutti i modi – racconta Sirio – ma non ho mai avuto la fortuna di essere dove meritavo. Ho fatto dischi napoletani, i cosiddetti neomelodici, mi avevano spiegato che avrei potuto intraprendere la stessa strada di altri cantanti che hanno avuto successo dopo la notorietà locale”.

Un talento finito in mani sbagliate

Mi spiegavano di sapere come fare, mi davano speranza. Oggi ho capito che era il contrario, la loro speranza ero io, la mia voce, la loro speranza erano i soldi che investivo io su me stesso e che loro guadagnavano, soldi onesti e sudati con il mio lavoro, mentre il loro unico interesse era quello di strapparmi il piú possibile per poi lasciarmi quando tutti i miei risparmi erano finiti”.

Vito racconta di aver avuto anche un produttore, una persona che credeva in lui, un'altra persona che non ha visto i risultati arrivare. "Quando ho finito i miei soldi ero disperato, ma un amico credeva in me. Eppure ogni volta ci illudevano – continua amareggiato – ogni volta ci dicevano che bisognava preparare la canzone per Sanremo, dopodiché ci facevano spendere soldi per incidere”.

“Ora canto per i miei figli”

Poi la decisione di smettere: “Non era il mio mondo, non era la mia musica, ho preferito fermarmi”.
La sua decisione è stata quella di “continuare ad andare a lavorare tutte le mattine nella piccola azienda familiare, un'agenzia di assicurazioni. È un lavoro che fortunatatamente non ho mai lasciato e che oggi dà da mangiare a me e alla mia famiglia”. “Ho una grande voce, e questo lo dico con orgoglio, ma la utilizzo per cantare ai miei figli – conclude – avevo sogni e speranze, il mondo neomelodico mi ha distrutto tutto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

  • Sallusti ricorda Maradona: "Drogato, imbroglione, alcolista, sessista, evasore, comunista"

Torna su
NapoliToday è in caricamento