menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giorgio Napolitano in città (foto © Tm News/Infophoto)

Giorgio Napolitano in città (foto © Tm News/Infophoto)

Napolitano in città. Fiori alla statua Garibaldi, visita al Palazzo Reale

La tappa partenopea del Capo dello Stato durerà due giorni e s'inserisce nel programma di visite a tutti i capoluoghi di regione per la celebrazione del centocinquantesimo anniversario dell'Unità d'Italia

È arrivato questa mattina in città Giorgio Napolitano. La tappa partenopea del Capo dello Stato durerà due giorni e s'inserisce nel programma di visite a tutti i capoluoghi di regione per la celebrazione del centocinquantesimo anniversario dell'Unità d'Italia.

ORE 13,10 - "Napoli non poteva mancare nelle celebrazioni dei 150 anni dell'Unità d'Italia visto il ruolo che ha giocato questa città", ha dichiarato Napolitano lasciando il convegno che si è svolto a Palazzo Reale sul tema "Nazione e libertà nel Mediterraneo nel XIX secolo". Presenti anche de Magistris e Caldoro. Il Capo dello Stato, dal Teatro di corte del Palazzo Reale, si è poi trasferito nella sede della Prefettura.

ORE 10,37 - Napolitano è a Palazzo Reale ove visiterà la mostra 'Da sud-la partecipazione del Mezzogiorno al processo di formazione dello Stato unitario'. Il capo dello Stato è entrato direttamente all'interno del cortile. In piazza, poco dopo l'arrivo di Napolitano, è arrivato un presidio di cittadini che ha mostrato uno striscione con lo slogan: "Traffico rifiuti tossici Nord-Sud. Nessun colpevole vergogna". Presidio pacifico con cartelli 'Los intossicados', alcuni esponenti della 'Rete cittadini campani per un piano alternativo dei rifiuti', padre Alex Zanotelli in testa, hanno voluto consegnare allo staff del Capo dello Stato un documento sull'inchiesta Cassiopea che dal 1999 ha indagato sul traffico dei rifiuti tossici dal Nord al Sud Italia e che è rimasta "senza colpevoli". In merito al processo Cassiopea, le indagini erano state svolte dalla procure di Napoli e s. Maria Capua Vetere e vedevano 95 imputati. "Vogliamo soltanto dire a Napolitano che la Campania è piena di rifiuti tossici - hanno detto i manifestanti mostrando alcune foto - e che questa terra, la sua terra, sta morendo". Alle porte del Palazzo Reale anche i comitati antidiscarica di Chiaiano per ribadire il NO all'ampliamento di Cava del Poligono e ricordare che l'8 ottobre i cittadini dell'area nord di Napoli saranno in piazza con un corteo che partirà alle 16,30 da Rotonda Rosa dei venti (Titanic) a Marano.

ORE 10,25 - Il Presidente della Repubblica ha deposto una corona di fiori davanti alla statua di Giuseppe Garibaldi, nell'omonima piazza, appena restaurata nell'ambito delle celebrazioni dei 150 anni dell'Unità d'Italia. Napolitano, arrivato alla Stazione centrale in treno, è stato accolto, tra gli altri, dal sindaco Luigi De Magistris, dal presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, dal presidente del Consiglio regionale, Paolo Romano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Mugnano: "Ancora sopra i 200 positivi attuali"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento