Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il garante dei detenuti: "In carcere troppe violenze"

Presentato il report annuale sulla situazione dei penitenziari di Napoli: affollati, con una sanità carente e senza percorsi di recupero

 

Affollati, con una sanità carente e senza alcun percorso di riabilitazione sociale. E' il quadro desolante delle carceri napoletane che emerge dal report presentato al Gridas di Scampia da Pietro Ioia, garante cittadino dei detenuti: "Abbiamo voluto racchiudere in un documento il lavoro di un intero anno trascorso all'interno dei penitenziari della regione. Un anno difficile, in cui abbiamo dovuto fronteggiare l'assenza di cure e di misure anti-covid".  

Maglia nera a Poggioreale che, a fronte dei 1500 posti disponibili circa, accoglie 2mila detenuti. Ma Ioia, testimone nel processo Cella zero sulle percosse ai detenuti, denuncia anche il ricorso alla violenza: "Quello che è successo a Santa Maria Capua Vetere è gavissimo e spero che la Giustizia faccia il suo corso rapidamente. Episodi di violenza ci sono ancora oggi, soprattutto dopo le rivolte". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento