rotate-mobile
Cronaca Caivano

Violenze sessuali, Caivano scende in piazza: "Le bambine vanno amate non stuprate"

Giovedì in città arriverà Giorgia Meloni

Cittadini e istituzioni - anche provenienti da altre cittadine - sono scesi in piazza per dire "no" alla violenza sulle donne. Il sit-in è stato organizzato dopo lo stupro ai danni di due cuginette. Il corteo è partito dalla parrocchia San Paolo Apostolo, situata nel Parco Verde, per raggiungere il centro sportivo abbandonato teatro degli abusi sulle due minori. Tra gli altri, era presente anche Giuseppe Cirillo, vicesindaco della Città Metropolitana.

Queste le sue parole: "Come istituzioni, abbiamo il dovere di fare tutto il possibile per impedire che fatti come quelli di Caivano possano ancora accadere.
Dobbiamo lavorare per prevenire. Dobbiamo lavorare per eliminare il degrado materiale e culturale che ancora affligge il nostro territorio.Siamo qui per far sentire alla gente di Caivano che le Istituzioni ci sono".

Giovedì la Meloni in città

Intanto, giovedì prossimo, in città arriverà Giorgia Meloni. Ad annunciarlo è il parroco del Parco Verde don Maurizio Patriciello. "La presidente del Consiglio dei Ministri Giorgia Meloni verrà giovedì al Parco Verde di Caivano".

"Io sono tanto speranzoso. Vediamo cosa accadrà dopo la visita", ha proseguito. "Penso che Giorgia Meloni verrà qua con delle proposte concrete. In questo quartiere le povertà sono tante - ha aggiunto - alla porta della parrocchia c'è anche chi bussa perché non ha la possibilità di acquistare un litro di latte per i propri figli".

Le parole di De Luca

"Sono stato in silenzio alcuni giorni per non unirmi al coro delle solidarietà pelose che sono insopportabili, avremo domani mattina un incontro con il Commissario di Governo del Comune di Caivano e i dirigenti scolastici per mettere a punto un ulteriore programma di intervento, essendo noi Regione Campania l'istituzione che ha fatto da supplenza ad altre istituzioni che non hanno fatto quello che è loro di competenza, che sono il Comune e il Governo nazionale dal punto di vista della sicurezza".

Così il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, sullo stupro di Caivano parlando a margine della della conferenza stampa di presentazione della terza edizione del festival "Canto delle Sirene", che si è svolta a Napoli a Palazzo Santa Lucia."La Regione è l'unica - ha detto De Luca - che ha realizzato interventi, nemmeno a farlo a posta proprio al Parco Verde: due campi sportivi che abbiamo dato in gestione a un'associazione che lavora nel territorio, nell'ambito del programma 'Scuola Viva' la Regione ha finanziato un intervento di oltre 1,2 milioni di euro per 4 istituti scolastici di Caivano e altri interventi nel campo dell'edilizia scolastica, abbiamo destinato 900mila euro al Piano sociale di zona per gli interventi di ascolto e di aiuto alle famiglie". "Abbiamo fatto - ha concluso il governatore - le uniche cose che si siano fatte dal punto di vista sociale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenze sessuali, Caivano scende in piazza: "Le bambine vanno amate non stuprate"

NapoliToday è in caricamento